Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Tumori Dieta e tumori

Versione stampabile Segnala ad un amico

Con una dieta a base di EPA si possono risolvere le grave perdite di peso legate allo stadio avanzato delle malattie tumorali.
Una ricerca internazionale, che ha visto la partecipazione della Struttura Complessa di Gastroenterologia e Nutrizione Clinica dell’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova, ha dimostrato che l’impiego di una miscela farmaconutrizionale arricchita con EPA è in grado di rallentare l’azione del Proteolisis Inducing Factor nelle malattie tumorali.

Il PIF è uno dei fattori chiave nel causare la cachessia neoplastica, quella forma di dimagramento gravissimo legata a problemi nutrizionali che arriva a colpire l’80 % dei malati di tumore e che nel 24 % dei casi è in grado di provocare la morte del paziente.


Tuttavia, secondo gli esperti, l’assunzione un cocktail ad alto valore calorico e proteico, arricchito con Acido eicosapentaenoico (EPA), uno degli acidi grassi polinsaturi "omega 3" del pesce, favorisce il recupero del peso corporeo e della massa muscolare nei pazienti affetti da malattie tumorali.
Tra gli altri benefici, si è assistito a un miglioramento della forza fisica e della qualità di vita.


Nel futuro l’applicazione di questa soluzione "antiPIF" potrebbe essere allargata alle persone in chemio e radioterapia o a quanti subiscono interventi di chirurgia oncologica estesi e demolitivi. (fonte: Repubblica salute-sett 2003)


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online