Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione - Latticini e carenza di calcio

Versione stampabile Segnala ad un amico


Si sente parlare sempre più di intolleranza ai latticini. Ma è vero che si può avere una carenza di calcio togliendoli dall'alimentazione?   

Di
Luciano Rizzo

Qual
è l'intolleranza alimentare attualmente più frequente nella popolazione?
Sicuramente quella ai latticini.

La
domanda  che fanno
frequentemente le persone a cui viene detto che sono intolleranti ai
latticini è sicuramente: come posso compensare la carenza di calcio?

Ecco
alcune soluzioni alimentari alternative.


Tutti
gli animali vegetariani non mangiano latticini, eppure tra di essi vi sono gli animali più
grandi presenti sulla terra.


Certamente
gli erbivori hanno un sistema digestivo diverso dal nostro; comunque essi
dimostrano che le maggiori quantità di calcio e altri minerali necessari
per avere forti ossa vengono dal mondo vegetale.


Poniamo
che gli esseri umani non siano capaci di assorbire neanche una minima
quantità di calcio dalle verdure. (Si tratta di un assunto non vero, perchè legumi ecavoli ne sono molto ricchi).


Da
dove possiamo introdurre ciò che ci serve per le nostre ossa?


Teniamo
conto che, oltre a calcio, sarà necessaria anche l'introduzione degli
altri componenti minerali dell'osso. Essi sono magnesio, silicio,fosforo e
aminoacidi necessari per la parte proteica.


Quali
alimenti conterranno queste componenti?

Il
primo alimento è sicuramente l’ acqua: contiene, diluite piccole
quantità di minerali, tra cui calcio e magnesio in buone quantità. Il contenuto in minerali
delle acque imbottigliate è estremamente vario, per cui è bene cambiare
acqua minerale spesso, per assumere tutti minerali di cui abbiamo bisogno.
 


Possiamo
poi introdurre dei latticini di origine diversa di quella vaccina. Ad
esempio si può valutare l'utilizzo del latte di capra, del latte di
pecora e dei loro derivati. Secondo nostra esperienza i latticini di
derivazione caprina posso andare reazioni incrociate con il latte vaccino,
mentre i latticini di origine pecorina non danno questo tipo di reazione. 


La
frutta oleosa è molto ricca di minerali, tra cui calcio e magnesio. Molto
utili per le nostre ossa sono quindi le mandorle, le noci del Brasile,
l'avocado.

Il
sale raffinato che usiamo per condire è formato principalmente da cloruro
di sodio. Ma se noi lo assumiamo nella sua forma integrale, scopriamo che
contiene discrete quantità di carbonato di calcio, e quindi è un buon
modo per assumere questo minerale.

Per
chi ha necessità di supplementi di minerali, a causa di malattie come
l'osteoporosi, possiamo suggerire l'introduzione del latte di riso o del
latte di soia, addizionati di calcio, facilmente reperibili commercio. 


Possiamo
anche utilizzare degli integratori minerali appositamente formulati,
anch'essi presenti in tutti i negozi di benessere naturale. Alcuni formule estratte da alghe, come l'Ulva Lactuga, sono ricchissime di Calcio e magnesio. Ma l'aiuto più grande viene dal mangiare cibi a residuo basico (frutta e verdura) ed evitare quelli a residuo acido (carne, zucchero, latticini). Si evita in tal modo di chiedere alle nostre riserve di calcio (ossa e denti) di cedere questo minerale per neutralizzare l'eccessiva acidità del corpo. Se no, perchè persone che hanno mangiato latticini ogni giorno per una vita vanno incontro all'osteoporosi?

 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online