Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Sessualità Concepimento ed alimentazione

Versione stampabile Segnala ad un amico

Migliora la fertilità mangiando sano, peggiora coi cibi sbagliati.
-
2015

Chi ha problemi di fertilità ha abitudini alimentari meno sane di chi invece riesce a concepire. Peggiorando di fatto le proprie chanche di procreare. L’associazione fra infertilità e un’alimentazione disordinata – ricca di dolci e poco attenta a frutta e verdura – è stata confermata da uno studio che ha coinvolto più di mille pazienti, presentato al congresso europeo di medicina della riproduzione (Eshre), in svolgimento a Lisbona, dall’istituto di urologia del San Raffaele di Milano.
Lo studio ha analizzato retrospettivamente i questionari somministrati a 1134 persone che si sono rivolte all’ospedale milanese nel corso di 12 mesi: questa popolazione è stata divisa in fertile – coloro che avevano avuto un bambino nei precedenti 12 mesi – e infertile – quelli che invece non avevano avuto figli nonostante avessero avuto rapporti non protetti.
I risultati raccontano che fra i soggetti fertili di entrambi i sessi è più alta la percentuale di non fumatori e di non bevitori: per esempio il 94% delle donne fertili e il 65% degli uomini beve meno di un litro di alcol alla settimana. Ma è nelle abitudini alimentari che le differenze appaiono statisticamente rilevanti: il 44% degli uomini fertili consuma più di 5 porzioni di vegetali contro il 34% degli infertili, mentre fra le donne la differenza appare più marcata per quel che riguarda la frutta (73% contro 53%). Sia le donne sia gli uomini fertili mangiano infine più uova delle persone con problemi dì concepimento. Mentre quelli infertili prediligono i dolci. Nessuna differenza è stata rilevata per quel che riguarda l’assunzione di cereali, carne, pesce, mentre un legame con la fertilità femminile è stata notato per i legumi.
“Per poter dire che ci sono alimenti che aumentano la fertilità andrebbero condotti degli studi interventistici su coppie che si dovrebbero sottoporre a regimi alimentari precisi”, ha spiegato Eugenio Ventimiglia del gruppo di ricerca italiano. “Il nostro è uno studio osservazionale e quindi può solo confermare l’associazione fra la fertilità è uno stile di vita sano. Ma le differenze sono statisticamente rilevanti”.
“I grassi artificiali, come i trans, possono incidere sulla fertilità aumentando la sensibilità all’insulina e all‘infiammazione, andando a minare l’ovulazione, il concepimento e lo sviluppo iniziale dell’embrione. Alcuni studi hanno dimostrato che sostituendo questi grassi con quelli mono insaturi e polinsaturi si ottiene l’effetto opposto, grazie al mantenimento dei giusti livelli di colesterolo, abbassando l’infiammazione, aumento la sensibilità all’insulina e promuovendo la fertilità”, ha commentato Andrea Salonia, a capo del team di ricerca.
Fra gli alimenti ricchi di grassi monoinsaturi ci sono avocado, uova, olio di oliva e mandorle; fra quelli ricchi di grassi polinsaturi salmone e noci. In più fagioli, nocciole e legumi e altre fonti di proteine vegetali apportano all’organismo ferro e folati che sono importanti per lo sviluppo dei follicoli e l’ovulazione. Negli uomini il cibo ricco di antiossidanti, come frutta e verdura, proteggerebbe lo sperma dal rischio di danni da ossidazione, mentre lo zinco (contenuto nei legumi) e il selenio (presente nelle uova) hanno dimostrato di favorire il mantenimento di giusti livelli di testosterone.
Riferimenti: Eshre 2015

http://www.galileonet.it/blog_post/rischio-sterilita-attenti-a-cosa-mangiate/


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online