Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Esercizio fisico Abbassa il colesterolo camminando

Versione stampabile Segnala ad un amico

L'attività fisica può ridurre i livelli di colesterolo e aumentare le aspettative di vita
-
2012

Secondo un nuovo studio, dedicarsi a un’attività fisica moderata e piacevole come le passeggiate o il giardinaggio può essere d’aiuto a chi ha problemi di colesterolo al pari, se non meglio, dei farmaci come le statine. Essere attivi riduce dal 60 al 70% il rischio di morte prematura
Il problema del colesterolo alto è assai diffuso. In genere, per questo tipo di condizione si prescrive una dieta equilibrata e anche l’uso di farmaci specifici come le statine.
Nonostante ciò, i ricercatori Usa del Veterans Affairs Medical Center di Washington DC hanno scoperto che l’attività fisica moderata come il camminare, il giardinaggio o il dedicarsi alla ginnastica dolce può avere effetti significativi sui livelli di colesterolo nei pazienti con questo problema e migliorare le speranze di vita, come e anche meglio che non i soli farmaci.

Il dottor Peter Kokkinos e colleghi hanno raccolto i dati riguardanti oltre 10mila soggetti ambosessi – tutti con colesterolo elevato – in dieci anni di studio, rilevando che le persone che praticavano attività fisica avevano dal 60 al 70% probabilità in meno di morire rispetto a coloro che non praticavano attività fisica, ma assumevano le statine. Se poi si abbinava l’attività fisica alle statine le speranze di vita aumentavano ancora. Tutti i promettenti risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla versione online della rivista The Lancet.

«L’attività fisica necessaria per ottenere la protezione – spiega nella nota VAMC il dottor Kokkinos – che è molto simile o superiore a quella ottenuta con il trattamento con statine in soggetti non attivi, è moderata e fattibile per molti adulti di mezza età e anziani, attraverso l’attività fisica di moderata intensità, come camminare, il giardinaggio e corsi di ginnastica».
Al termine dei 10 anni di follow-up, Kokkinos e colleghi hanno potuto appurare come vi fosse un più basso tasso di mortalità tra le persone che assumevano le statine e facevano attività fisica.
Coloro che poi praticavano più attività fisica avevano dal 60 al 70% un più basso rischio di morte indipendentemente se assumevano le statine o meno. E questi risultati restavano anche dopo aver preso in considerazione potenziali fattori di rischio o confondenti come l’età, il sesso, l’indice di massa corporea, l’assunzione di farmaci, una storia o il rischio di malattie cardiovascolari.

«Il trattamento con le statine è importante, ma una forma fisica migliore incrementa la sopravvivenza in modo significativo ed è un trattamento prezioso supplementare o alternativo quando le statine non possono essere assunte», conclude Kokkinos.
Riduco dunque il colesterolo e vivo di più se sono attivo fisicamente.
[lm&sdp]

http://www.lastampa.it/2012/11/29/scienza/benessere/salute/colesterolo-alto-meglio-una-camminata-che-i-farmaci-LV3GUcAxPw9join42vUULN/pagina.html


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Esercizio fisico
· Ultime news


Articolo più letto su Esercizio fisico:
Camminare per dimagrire

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online