Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Troppi zuccheri nei succhi di frutta: aumenta il rischio di cancro

Versione stampabile Segnala ad un amico

Attenzione ai succhi di frutta confezionati che contengono troppi zuccheri e poca fibra
Ottobre 2011

Uno studio suggerisce che bere succo di frutta a colazione potrebbe aumentare il rischio di sviluppare alcune forme di cancro
Ormai da anni sentiamo dire che assumere alimenti vegetali – in questo caso frutta – è un modo per prevenire le malattie, anche gravi come il cancro. Un nuovo studio australiano però, oggi, suggerisce che l’abitudine di bere un succo di frutta a colazione forse non è così benefica come si credeva.
Dopo un primo momento di confusione, leggendo i risultati dello studio, tuttavia si scopre il perché.

La ricerca in questione è stata pubblicata sul Journal of American Dietetic Association, e mostra come l’assumere succhi di frutta confezionati possa far aumentare il rischio di sviluppare alcune forme di cancro – come per esempio quello all’intestino. Ma, è proprio nel termine “confezionato” che si scopre a cosa si riferivano i ricercatori: sono i succhi di frutta di produzione industriale a essere stati messi in discussione. Questi, secondo gli scienziati, a causa del processo di produzione sarebbero privi di fibra e delle proprietà benefiche della frutta e, per contro, ricchi di zuccheri – che non sarebbero molto salubri.

I ricercatori australiani dell’Università di Perth hanno studiato per 2 anni più di 2.200 adulti, i quali durante questo periodo, hanno dovuto compilare un questionario riguardante le loro abitudini alimentari. Alla fine del periodo di osservazione, gli scienziati hanno analizzato i dati raccolti e valutato lo stato di salute dei soggetti partecipanti allo studio.
Dalle informazioni raccolte si è scoperto che mentre coloro che mangiavano frutta e verdura “classiche”, si vedevano ridurre il rischio di cancro – confermando quanto detto all’inizio. Quelli che invece erano soliti bere succo di frutta confezionato avevano un rischio più elevato di cancro, rispetto a quando lo studio è iniziato, due anni prima.
In sostanza, non ci sbagliavamo quando ritenevamo che assumere vegetali facesse bene e contribuisse a ridurre il rischio di tumori. Quanto ai succhi di frutta confezionati: be’, ora sappiamo che forse non è la scelta migliore. Attendiamo tuttavia ulteriori conferme a seguito di studi più approfonditi.
[lm&sdp]

http://www3.lastampa.it/benessere/sezioni/medicina/articolo/lstp/422201/


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online