Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Farmaci Zero calorie, molti dubbi

Versione stampabile Segnala ad un amico

L'uso dei dolcificanti al posto dello zucchero sarebbe responsabile dell'aumento di peso, disabituando l’organismo a un corretto metabolismo


È convinzione comune che usare dolcificanti a zero calorie anziché il normale zucchero possa aiutare a mantenere la linea. Ma sembra che la questione non sia così semplice: l’uso di questi dolcificanti potrebbe “confondere” l’organismo e causare un’alterazione nella distribuzione di zuccheri e grassi.

Uno studio di un gruppo di psicologi della Purdue University (Usa) evidenzia infatti che dissociare la normale connessione tra gusto dolce e calorie può alterare il metabolismo energetico. Confrontando due gruppi di topi, nutriti rispettivamente con yogurt a zero calorie e yogurt contenente glucosio, i ricercatori hanno osservato che i topi del primo gruppo, con il passare del tempo, prendevano peso accumulando grasso corporeo.

Lo studio ha anche evidenziato altri cambiamenti negli animali di laboratorio in seguito all’assunzione del dolcificante, come una diversa temperatura corporea in corrispondenza dei pasti. Normalmente, infatti, la temperatura del corpo aumenta per metabolizzare il cibo ingerito al momento del pasto, ma nei topi nutriti senza glucosio questo fenomeno è risultato meno evidente e le calorie ingerite con gli altri alimenti risultavano smaltite in maniera meno efficiente.

Susan Swithers e Terry Davidson, autori di questa ricerca pubblicata su Behavioral
Neuroscience dell’Associazione Americana di Psicologia, sottolineano come non sia un caso che l’obesità è cresciuta di pari passo con l’uso di dolcificanti artificiali. In effetti, non esiste un consenso scientifico unanime sull’uso di questi composti, e diversi studi ne hanno messo in dubbio la reale efficacia. (m.f.)
galileonet.it


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online