Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Negli ospedali poca attenzione al cibo

Versione stampabile Segnala ad un amico

Cibo, prima cura, ma poco sfruttata.
Il ricovero in ospedale può volere dire malnutrizione: al momento dell'uscita, il 64% dei malati ha perso peso, percentuale che sale a l'89% se c'è stato un intervento chirurgico. Ed il 30% dei pazienti europei, il 20% di quelli italiani, quando viene ricoverato è già malnutrito e sottopeso. E a perdere più chili sono soprattutto gli anziani.

Le "cure alimentari" diventano così di fondamentale importanza. E i nutrizionisti a questi aspetti dedicheranno una particolare attenzione nella prossima conferenza europea sulla nutrizione che si aprirà oggi a Roma.

Per Nino Carlo Battistini, professore all'università di Modena e presidente della Sinu (Società italiana di nutrizione umana), la malnutrizione è una questione che, alla luce della sempre più chiara relazione fra cibo e malattie, deve essere posta con urgenza.

Per la Sinu bisognerebbe innanzitutto pesare i pazienti quando arrivano e quando escono dall'ospedale. Ma per aiutarli sarebbe necessario che la struttura sanitaria si dedicasse con più attenzione a cosa viene servito e in che modo. "Del resto - spiega Battistini - ci sono solo 110 servizi di dietologia su 1.410 ospedali italiani (di cui 768 pubblici)".

www.saluteoffresi.it


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online