Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Una dieta ricca di fitoestrogeni riduce rischio cancro ai polmoni

Versione stampabile Segnala ad un amico

L'alimentazione vegetale è sempre la migliore
A cura de Il Pensiero Scientifico Editore
28/09/2005 10.27.00



Ecco un altro buon motivo per non dire mai di no a frutta e verdura: una dieta ricca di alimenti come legumi, in particolare la soia, spinaci, broccoli, e molti altri vegetali accomunati dall’essere una fonte di fitoestrogeni sembra ridurre il rischio di cancro ai polmoni. L’associazione, resa nota sulla rivista JAMA, è stata evidenziata da uno studio epidemiologico condotto da Matthew Schabath dello University of Texas Anderson Cancer Center, a Houston, cui hanno partecipato 1674 pazienti con il tumore ai polmoni e 1735 individui simili per età e altri fattori ma sani.

I fitoestrogeni sono sostanze naturali di natura non steroide con blando effetto simile a quello degli ormoni femminili estrogeni. Si trovano in molti tipi di verdura e nei legumi, si dividono in tre gruppi principali: isoflavoni, lignani e cumestani. Gli esperti hanno esaminato a lungo stile di vita e tipo di alimentazione del campione, seguendolo dal Luglio 1995 all’Ottobre 2003, con interviste periodiche per ottenere informazioni anche sullo stato socioeconomico e sull’abitudine al fumo.

Alle donne è stato chiesto pure se facevano uso di terapie ormonali. Questionari accurati sul regime alimentare dei partecipanti sono serviti agli epidemiologi per calcolare il consumo di fitoestrogeni e fitosteroli, composti questi ultimi di tipo steroideo che si ottengono soprattutto da oli vegetali e frutta secca. È emerso che il gruppo con il consumo più alto di fitosteroli aveva un rischio di cancro ai polmoni ridotto del 21 per cento rispetto a chi, invece, ne consumava di meno. Per i fitoestrogeni la riduzione di rischio riscontrata è stata invece del 46 per cento.

Nelle donne che hanno fatto uso di terapia ormonale l’effetto protettivo dei fitoestrogeni è corroborato dagli ormoni estrogeni, portando a una riduzione di rischio complessivamente del 50 per cento.
Si sono riscontrate alcune differenze tra i sessi soprattutto in merito al tipo di fitoestrogeno più o meno protettivo per ciascuno, ma “in sostanza – hanno osservato gli epidemiologi – questi dati danno ulteriore supporto alla finora limitata ma crescente evidenza epidemiologica che estrogeni e fitoestrogeni sono associati a una riduzione di rischio di cancro ai polmoni”. “Comunque – hanno concluso – la conferma di questi risultati richiede studi longitudinali su larga scala”.

Fonte: Schabath M et al. Dietary phytoestrogens and lung cancer risk. JAMA 2005;294:1493-1504.

paola mariano
yahoo notizie


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online