Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Febbre e metabolismo degli zuccheri

Versione stampabile Segnala ad un amico

Quando si ha la febbre, il metabolismo degli zuccheri rallenta per stimolare le difese e impedire la proliferazione di germi e batteri.

Fra i vari effetti della febbre c'è anche la modifica del metabolismo, che, dopo i 38 gradi, al posto dei carboidrati utilizza grassi e proteine come fonti di energia.
Lo scopo è quello di abbassare la possibilità che i carboidrati vengano sfruttati dai batteri per il proprio metabolismo.

Pertanto chi ha la febbre tende a mangiare meno del normale, sia per oggettive difficoltà digestive, sia perchè l'inappetenza è un sistema per fornire meno cibo ai microrganismi.

Un gruppo di studiosi olandesi ha inoltre dimostrato che chi ha la febbre dovrebbe digiunare.
Il digiuno provoca, infatti, forti fluttuazioni nella quantità delle citochine, importanti messaggeri chimici che regolano il sistema immunitario, e, come nel caso dell'interleuchina-4, favoriscono la produzione di anticorpi.

Il consiglio è ovviamente quello di evitare zuccheri e carboidrati raffinati quando ammalati per colpa di funghi, virus o batteri.


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online