Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Editoriali - Ognuno guardi il suo orticello...

Versione stampabile Segnala ad un amico

La nostra perdita di contatto con la realtà non ci fa più controllare il nostro territorio.

Una vecchia ricerca ci
dice che se dividessimo la superficie terrestre abitabile per il numero
di abitanti, ci spetterebbe circa un ettaro a testa. Ma noi non
occupiamo una superficie, bensì un volume. Esso si estende per pochi
metri sottoterra, e per un chilometro sopra la nostra testa. 
Questo spazio di un ettaro per mille metri ci separa dal vuoto infinito
e ci permette di sopravvivere.

I prodotti che provengono
da questa zona "magica" ci danno l'energia per respirare,
comunicare, fare all'amore. Ma, sempre nella stessa zona, defechiamo e
lasciamo i nostri rifiuti.

E' questo il punto: se
vedessimo che qualcuno ci riempie di immondizie l'orto che ci da da
mangiare, cosa penseremmo? Come reagiremmo?

Purtroppo abbiamo
delegato ad altri la gestione del nostro orto. Non sappiamo che cosa
stanno facendo del nostro pezzo di terra, e abbiamo perso la prospettiva
che ci fa stare attenti a ciò che succede in casa nostra.Se avessimo il "nostro" ettaro di terra con la sua aria, ci scorrazzeremmo dentro con la nostra auto "distruggi-ozono" o ne controlleremmo continuamente lo stato d salute?

Pensiamo alle antiche
tribù: se una cresceva troppo di numero, non aveva più di che nutrirsi
e cercava di espandersi altrove. In tal caso, una piccola guerra con i
confinanti ristabiliva l'equilibrio. Così funziona in tutto il mondo
naturale. Ma noi crediamo di non farne più parte. non vedendo immediatamente i risultati del nostro modo di agire sull'ambiente, pensiamo sempre che, anche se imquiniamo, un pò di vento o pioggia porterà via tutto. Ma porterà dove? Lo spazio è limitato e questo ragionamento lo fanno ormai dappertutto....Cosa succederebbe se
ci accorgessimo che i nostri vicini riempiono di schifezze l'aria che poi arriverà anche a noi?

Conclusione: forse è
meglio se ci compriamo il nostro ettaro di terra, finchè siamo in
tempo....

 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online