Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Odontoiatria Naturale - Le cause della piorrea 2

Versione stampabile Segnala ad un amico

L'importanza della flora batterica come causa della piorrea.

di
Luciano Rizzo

L'introduzione
di cibi ad alto contenuto di lieviti può dare problemi alla nostra bocca.



Il
nostro apparato digerente, di cui i denti fanno parte, è colonizzato da
specifici tipi di batteri, che vivono in simbiosi con il nostro organismo.
Essi sono fondamentali per la nostra salute, in quanto producono vitamine
del gruppo B. Queste sono fonte di nutrimento per i villi intestinali e
per tutte le mucose dell'apparato digerente.


In
pratica non siamo mai soli. Insieme a noi, nella nostra pancia, vivono
migliaia di colonie batteriche. Se esse non ci fossero, peseremmo tra i
due e i tre chili in meno. Si


La
composizione di questa flora batterica non è stabile. Essa dipende
dall'acidità o basicità dei cibi che in introduciamo e dallo stato del
nostro sistema immunitario.


Anche
l'introduzione di lieviti attraverso l'alimentazione è molto importante.
Se mangiamo cibi molto fermentati, modifichiamo la composizione di questa
flora, e ne favoriamo la replicazione.Conta sia la quantità di lieviti
che introduciamo, sia la loro qualità.


Molti
dei cibi delle nostre mense hanno una fortissima carica di lieviti.
Pensiamo al pane che mangiamo ogni giorno, la cui mollica spesso è mal
cotta, come si può capire odorando il centro del pane stesso e sentendo
profumo di lievito. Nel pane cotto bene invece, tutto il lievito viene
distrutto dal calore.


Ma
sono ben altri i cibi ricchi di lieviti. Ne hanno moltissimi i formaggi
fermentati, l'aceto, i funghi (essi stessi sono lieviti), la pizza mal
cotta.


Altri
cibi non contengono questi microrganismi direttamente, ma ne favoriscono
l'abnorme proliferazione. Ci riferiamo in particolare allo zucchero, ai
vini, alla birra e ai dolci, che, non essendo sostanze naturali,
fermentano nel nostro intestino più di ogni altra cosa.


Questi
fenomeni fermentativi si vedono immediatamente nella nostra bocca, le cui
mucose cambiano di colore e trofismo. L'eccesso di batteri, e l'elevata
presenza di lieviti diversi da quelli di cui abbisognamo, facilita
l'infiammazione e la successiva degenerazione dei tessuti endo orali.

 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online