Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Alimentazione vegeteriana e cancro alla prostata

Versione stampabile Segnala ad un amico

Effetti positivi da una dieta equilibratamente vegetariana.

Il cancro alla prostata è più raro
tra le popolazioni che consumano molto riso, derivati della soia e
verdure verdi e gialle, e tra i vegetariani. Questo il risultato di una
serie di studi pubblicati da pcrm.org.

Tra gli esempi:

I soggetti di sesso maschile
appartenenti alla Chiesa Avventista del Settimo Giorno, dei quali circa
la metà è vegetariano, hanno mostrato un rischio di sviluppare cancro
alla prostata pari ad un terzo di quello della popolazione maschile in
generale. Il tasso di incidenza più basso di questo tumore è stato
registrato a Singapore ed Hong Kong (15%), il più alto è in Svezia
(31%). Inoltre mentre un soggetto Svedese di sesso maschile ha il doppio
di probabilità rispetto ad un maschio di Hong Kong di essere portatore
di tumore in situ prostatico, ha una probabilità più di otto volte
maggiore di morire di cancro alla prostata.

Mentre il consumo di carne e latticini
sembra aumentare il rischio di cancro, le diete ricche in frutta e
verdura riducono questo rischio, in quanto ricche di in sostanze
nutritive protettive, come i carotenoidi tipo il lycopene. Sono inoltre
molto povere in grassi saturi, il che aiuta a prevenire gli eccessivi
livelli di testosterone che favoriscono tale tipo di malattia. (scienzavegetariana.it)

 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online