Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Troppo sonno fa male

Versione stampabile Segnala ad un amico

Meglio non dormire oltre le 8 ore Cattive notizie per i dormiglioni. Per le persone che riposano per più di otto ore ogni giorno, infatti, aumenta il rischio di ictus, e questo pericolo addirittura raddoppia per gli anziani che continuano a dormire più a lungo rispetto alla media dei coetanei. È quanto emerge da uno studio dell’Università di Oxford, pubblicato su Neurology. Tuttavia i ricercatori ammettono che non è chiaro il motivo di questa insolita associazione, sottolineando l’importanza di ulteriori ricerche. Gli esperti del Dipartimento di sanità pubblica e di Primary Care all’Università di Cambridge hanno seguito poco meno di 10mila persone tra 42-81 anni d’età per 9,5 anni.

Durante il 1998-2000 e poi ancora quattro anni più tardi, l’equipe ha indagato sul sonno dei soggetti, in termini di quantità e qualità. Quasi sette persone su dieci hanno riferito di dormire tra sei e otto ore al giorno, mentre uno su dieci superava le otto ore al giorno. Chi dormiva meno di sei o più di otto ore al giorno era più spesso anziano, donna o poco attivo. Durante i quasi dieci anni dello studio, 346 partecipanti hanno subito un ictus. Dopo aver aggiustato i dati per vari fattori, tra cui l’età e il sesso, i ricercatori hanno scoperto che le persone che dormivano più di otto ore al giorno avevano il 46% in più di rischio ictus rispetto alla media. Per le persone che dormivano meno di sei ore al giorno il rischio era più alto del 18%, ma in questo caso il numero esiguo delle persone coinvolte ha reso il dato non statisticamente significativo.

«È evidente che ci sia un collegamento tra un sonno più lungo rispetto alla media e un maggior rischio di ictus. Ciò che è molto meno chiaro, tuttavia, è il motivo di questo collegamento, ovvero se il sonno è un sintomo, un marker precoce o una causa di problemi cardiovascolari», conclude Yue Leng, dottorando presso l’Università di Cambridge, e autore della ricerca. La mancanza di sonno è stata collegata in passato a fattori come metabolismo alterato e aumento dei livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, ognuno dei quali può portare a pressione alta e a un aumento del rischio di ictus. Ma a lasciar dubbi è il perché il troppo sonno abbia un effetto negativo. Come sottolinea Kay-Tee Khaw, autore senior dello studio, «abbiamo bisogno di comprendere le ragioni che si celano dietro al legame tra sonno e rischio di ictus. Cosa accede nel corpo per causare questo legame?».

http://www.lastampa.it/2015/03/02/scienza/benessere/dovete-sapere/dormi-pi-di-ore-al-giorno-attento-allictus-4XrsxEn3w6uwLgt5bLfPdN/pagina.html


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online