Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Psicologia Intervista ad Alejandro Jodorowsky

Versione stampabile Segnala ad un amico

Una psicologia empirica, ma molto efficace.
-
2014

Guarire significa essere felici, trovare la gioia di vivere.
Che cosa significa guarire?
Guarire è diventare se stessi, arrivare alla bellezza …
Non capisco il significato di “essere se stessi.” Non lo siamo già?
In generale, noi siamo quello che la nostra famiglia, la nostra società e la cultura hanno voluto che fossimo. Siamo scollegati dalla nostra essenza, da ciò che potremmo definire come il nostro “essere essenziale.”

Che cosa capiremo collegandoci con il nostro “essere essenziale”, guariremo?
Se ho un nodo (vedi la sezione metagenealogia per il concetto di nodo) sadomasochista, sarò guarito quando la mia violenza si porrà al servizio degli altri e si trasformerà in qualcosa di utile. Ad esempio, io diventerò un grande chirurgo.
Un ladro guarirà diventando un grande professionista (il commercio in fondo è un affare: comprare a poco e vendere a caro prezzo).
Ho bisogno di un altro esempio. Come curare un narcisista?
Poiché un narcisista prova molto piacere aiutando le persone, trasforma il problema in qualcosa di positivo se cura gli altri.
È quello che facciamo con tutti i nodi, li trasformiamo in semi che fioriscono in opere di bene per l’umanità.

Una persona quando può essere considerata completamente guarita?
Più che guarita, entra in uno stato di guarigione permanente. Smette di ripetere gli stessi sintomi più e più volte, lascia la nevrosi della ripetizione.
Quali sintomi si verificano quando iniziamo un processo di guarigione?
Subito l’albero genealocico reagisce allo squilibrio e ci incolpa, ci fa sentire che gli apparteniamo e protesta in infiniti modi.

Che cos’è un albero genealogico sano?
Un albero sano è quello che produce frutti eccellenti, anche se i suoi rami sono intrecciati e il loro aspetto è brutto. Per guarire dobbiamo lasciare alle spalle la vecchia pelle, lasciando la nostra vecchia identità, che ci ha dato il nostro albero, assegnandoci missioni malsane.
Senti che sei guarito se sei libero da: paura, rabbia, sensi di colpa, vergogna, odio, critiche, disprezzo di sé, frustrazione, invidia, gelosia …

Sembra che si possa guarire con la psicomagia. In cosa consiste?
La psicomagia è un acceleratore di guarigione e un atto psicomagico è un intervento chirurgico per la psiche. Un contratto simbolico tra psicomago e consultante. Per funzionare, deve sempre essere applicato con precisione, senza saltare nessun passo.

Chiediamo ad Alejandro Jodorowsky, il creatore della psicomagia: Quali ingredienti usa questa terapia?
Usa la danza, la poesia, pittura, musica, scultura, cucina, aromaterapia, tarocchi, ecc. Non ho cercato di creare un’ arte terapeutica, ma una terapia artistica.
I guaritori utilizzano quello che io chiamo “trappola sacra”. Affinché si realizzi un miracolo, è necessario che il consultante creda che possa avvenire il miracolo. Mentre la mente razionale vive in un bunker senza fede, lo stregone, con un gioco di prestigio, gli mostra un miracolo falso. Il consultante si meraviglia e crea il miracolo. Quindi, è possibile aprire la porta al mondo magico che è la verità, il cuore vitale, dove si trova ciò che si è e non quello che la famiglia, la società e la cultura vogliono che siamo.

Come potremmo definire un atto psicomagico?
Un atto psicomagico è una emanazione simbolica contenente le chiavi della soluzione del trauma da curare. È l’unica “lingua” parlata nel regno dell’inconscio, dove nidifica il conflitto. La parola e la ragione hanno limitato il potere perché non risuonano con i ricettori dell’inconscio, al quale l’onda che giunge più veloce e chiara è la metafora.

Qual è il modo in cui questi atti sono progettati?
Le chiavi simboliche di un atto arrivano allo psicomago dopo aver analizzato il consultante, comunicando da inconscio a inconscio. È possibile ascoltare la sua storia, leggergli i Tarocchi, creare il suo albero genealogico e dargli il suo atto. Uno psicomago è un artista che lavora con guarigione e intuizione, quindi non c’è nessun “tipo di atti”, né un “supermercato della psicomagia”. È vero che a volte noi sentiamo o leggiamo atti che altri hanno fatto e che qualcosa risuona dentro di noi, e finalmente decidiamo di ripeterlo e raggiungiamo l’obiettivo previsto. Si può anche sperimentare l’autopsicomagia con atti belli che sono dettati dal nostro saggio interiore. Non possiamo proibire qualcosa di buono per noi.

Qual è la portata di questo curioso farmaco?
La soluzione psicomagica abbraccia una un’area infinita di possibili conflitti da guarire, dalla cura della dipendenza fino a fare sparire le verruche, a raggiungere l’orgasmo, prosperare economicamente, filmare un primo film. Nel seguente articolo ci concentreremo su esempi di come la psicomagia agisce sui conflitti più frequenti che vengono rilevati analizzando l’albero genealogico.
Perché si dice che la psicomagia ci costringe ad agire?
Perché non sono le parole che guariscono, ma gli atti. L’atto psicomagico mobilita la nostra profonda psiche e ci rende consapevoli a tutti i livelli, compreso quello istintivo. L’obiettivo è che le nuove informazioni rimangano incise nel corpo.

Che cos’è uno psicomago?
Lo psicomago, parola di Alejandro Jodorowsky, è un terapeuta che usa per curare, senza superstizione o inganno, tecniche di magia.
Cristóbal Jodorowsky si definisce una sorta di “sciamano urbano” che unisce tutti gli elementi simbolicamente, al solo scopo di essere utile e potere aiutare ”

Chi può usare la psicomagia?
Per fare psicomagia bisogna essere un artista, praticare qualche arte per alcuni anni precedenti. La ragione è che il nostro inconscio non è scientifico, non ha a che fare con il razionale, la logica.
La psicoanalisi è stata creata da dottori, medici, scienziati, che hanno imparato a tradurre razionalmente i messaggi dall’inconscio. Ecco perché solo un artista può capire l’inconscio, non uno scienziato.

Come è possibile che una metafora o un atto simbolico possano curare?
Alejandro Jodorowsky dice che “un atto simbolico può curare una malattia organica” che molti dei nostri problemi sono “eredità” dei nostri genitori e dovrebbero essere restituiti attraverso atti simbolici.
È sufficiente fare un solo atto psicomagico?
Spesso gli atti psicomagici trasformano chi li realizza in maniera forte, ma tenete a mente che ci sono problemi molto complessi che vengono risolti in più fasi. E ‘come sbucciare una cipolla a strati. È necessario eseguire ogni atto, per raggiungere il centro, ma non si vede un livello fino a quando hai rimosso il precedente.

Perché ci sono persone che hanno ricevuto un atto e non decidono di farlo? Sarebbe come avere un biglietto per andare sul treno che ti porta a destinazione e non muoverti dalla stazione.
Vi sono quelle che noi chiamiamo resistenze. Essere malati o in conflitto ha le sue compensazioni, la gente a volte vuole che le cose cambino, ma non desiderano una trasformazione dall’interno.

Potresti suggerire alcuni semplici atti psicomagici?
- Atto che afferma la femminilità:
La donna dipinge con il suo sangue mestruale il suo auto-ritratto su una tela. Il pudore deve essere lasciato da parte, se è possibile farlo nuda e senza utilizzare altri strumenti se non le mani. Una volta completato, viene applicata una vernice trasparente e si incornicia in argento. Poi lo ripone in un luogo visibile nella casa.
-Atto per seppellire i fantasmi:
Plasmare una statuetta della persona defunta con pasta di mandorle. Eseguire una completa sepoltura rituale e mettere dei fiori sulla sua tomba.

-Affrontare qualcuno che è morto:
Vai alla tomba e digli quello che ti ha fatto, come ti sei sentito, quali conseguenze ha causato per te e come ti senti ora. Poi chiedigli un risarcimento (l’universo lo darà) e scrivi parolae belle con miele sulla tomba (ad esempio “pace”)
-Atto per guarire il nodo incestuoso:
Prendi gli abiti di tuo padre o di tua madre (o una maglietta sulla quale hai fatto stampare una foto di lui o di lei…) e chiedi al tuo partner o una persona che paghi di indossarla, quindi fai l’amore con lei. Questo farà terminare l’impulso tramite la metafora, e il nodo verrà annullato.

-Atto per definire uno scopo:
Comprare per sette giorni di seguito il vostro dolce preferito e mangiarlo. Il piacere si risveglierà, e quindi la parte creativa. Poi arriverà lo scopo.

Le cose che leggo di seguito sulla psicogenealogia e sulla psicomagia possono cambiare la mia vita?
Qualsiasi insegnamento non raggiunge il pieno potere trasformante fino al momento in cui viene applicato, avverte Alejandro Jodorowsky. Una consapevolezza non seguita da un atto è completamente sterile. Invece, un atto ha un carattere più convincente di qualsiasi parola. In breve, si tratta di azioni che ci guariscono, che sono in grado di cambiare la vita. Purtroppo qui incontrerai solo parole …
Ma non è forse vero che le parole insegnano?
Le cose importanti non vengono insegnate, si apprendono. La parola “apprendere” deriva da “prendere”. Un insegnante può dare un qualcosa a uno studente, ma questa cosa non sarà sua, finchè lui non la prende, non gli apparterrà se non con un atto di volontà. Riempirsi di parole lo rende un contenitore di parole, mentre se ha un’esperienza si trasformerà completamente..

È conveniente tagliare quelle parti della nostra eredità genealogica che ci sono tossiche?
Alejandro Jodorowsky dice, “tutto ciò che abbiamo ricevuto è un tesoro.” Pertanto non è necessario rimuovere nulla. Quello che dovete fare è fecondare ciò che ci è stato dato.
Potrebbe chiarire con un esempio?
Se il padre ha abusato della figlia, la soluzione non è quella di tagliare il rapporto con lui e odiarlo tutta la vita, perché odierà tutti gli uomini, si circonderà di tossicodipendenti e questo potrebbe passare ad altre aree della sua vita, come il lavoro o la rete di amici. Il comportamento sano è tornare al genitore, affrontarlo e chiedere un risarcimento. Dall’atto ne uscirà arricchita, sapendo vedere il padre con un altro sguardo. Vedere nell’abuso un maestro, un percorso che ci ha porti a essere quello che siamo ora.

Cosa possiamo fare con le nostre paure? (Associate con l’albero genealogico)
A quanto pare quello che ci spaventa perde la sua forza quando smettiamo di combatterlo. Se vogliamo rafforzare un nemico, dobbiamo solo odiarlo, maggiore è il nostro odio più forte apparirà davanti ai nostri occhi.

È possibile curare le malattie usando metafore?
Tutte le malattie sono la metafora fisica di un divieto nell’inconscio che deve essere annullato per guarire.
Un malato si può operare con un coltello, facendo finta di tagliare il corpo fisico, in modo che il corpo psichico accetti di essere è stato aperto con un taglio.
Approfondisci il concetto di corpo psichico
Nella psiche ci sono strati. Uno è quello che contiene la forza di base, istintiva e vitale che non ha logica e che si muove metaforicamente. Sopra di essa ci sono altri strati di informazioni che portano all’ultimo strato nel quale soggiorna la ragione, che seleziona, associa e dà nomi alle cose.
Una volta identificato ciò che è “inquietante” e a quale parte dell’albero appartiene (cioè capire quali i membri ne sono affetti), arriva la soluzione o atto di psicomagico. Esso utilizza simboli e metafore perché è l’unico modo per comunicare con l’inconscio, la logica non funziona lì.
Perché spesso sono prescritti come azioni dirette e rapide?
Tra le altre cose, l’atto è veloce perché non si può risolvere intellettualmente. Non insegniamo a resistere, andiamo alla radice e poniamo il punto finale.

Alcuni esempi pratici di tali metafore psicomagiche, per favore?
-Una donna si presenta con un dolore alla mascella che non passa, che le ha provocato palpitazioni costanti in faccia. La ricetta di Jodorowsky è: “Devi acquistare pasta di mandorle e fare una scultura del problema. … E a mezzanotte, nuda a quattro zampe, distruggi la mascella. Ma non mangiare tutta quella pasta. Solo un po ‘. Il resto seppelliscilo e pianta un bel fiore.
-Un uomo soffre di una verruca che gli è cresciuta sulla pianta del piede sinistro. Farà fotocopie di una fotografia di sua madre e le taglierà come solette per le scarpe. Ne metterà una all’interno della scarpa che guarda la verruca. Man mano che queste solette vengono cambiate la verruca scomparirà.

-Una donna è affetta da stress cronico. Jodorowsky le chiede del suo periodo intrauterino e scopre sofferenza. Le raccomanda una riproduzione teatrale intrauterina e di reinterpretare la propria nascita. Deve essere d’accordo con sua madre che si trovino, entrambe nude, nell’addome, che riceva un sacco di amore e di energia positiva e poi riviva il parto dentro una coperta che la coprirà nel processo. Inizia una nuova scena ideale del parto.
-Una signora che soffre di vertigini (paura di essere travolta dalla madre, terrore del sesso materno…), una costante vertigine alla vista dell’acqua, anche quella di una pozzanghera. Jodorowsky le consiglia di mettere i piedi tra le cosce di una donna e sfregare la pianta contro la vulva. Racconta nel suo libro “Psicomagia” che questo atto le ha causato una crisi di pianto, seguita da una rivelazione salvifica.

Puoi definire la psicomagia usando parole che tutti possiamo capire?
Alejandro Jodorowsky: “Lo dico in forma volgare, un atto psicomagico è un amorevole calcio nel sedere alla realtà. Questo impulso, dato a sorpresa, fa uscire dall’inerzia e fa danzare. ”
Mi dispiace ripetermi: Da dove viene questa “ossessione” per l’azione, non è sufficiente capire eventuali problemi a livello intellettuale?
“A che serve avere talento, se chi lo possiede non canta, scrive o dipinge? A cosa serve parlare di amore per i bambini se li educhiamo male? A cosa serve pensare, se i nostri pensieri rimangono come una lettera morta? Ecco perché una volta che abbiamo capito, la nostra comprensione è inutile se non agiamo “. (Alejandro Jodorowsky)

Perché è utile conoscere l’albero genealogico prima di fare qualsiasi atto psicomagico?
Il nostro albero genealogico modella i suoi frutti per renderli utili alla loro missione, e per adempiere la legge cieca della ripetizione. Se manca un membro, al nuovo nato si da l’identità del defunto. Se ne nascono due bambini invece di uno, i ruoli disponibili si ripartiscono tra i due nuovi frutti. Così, i veri desideri, le pulsioni, gli scopi di ciascuno saranno vietati, ma non per questo scompaiono, si trasformano, sublimano o si reprimono. Molte malattie, sintomi psichiatrici e conflitti psicologici provengono da tutta questa follia.

Immagino che sia qui che la psicomagia entra in azione.
La psicomagia fa uscire questi desideri repressi, metaforicamente, attraverso un atto in cui si scarica la pulsione, su un palcoscenico con elementi significativi per il soggetto che soffre. Dopo aver eseguito un gesto proibito in un modo accettabile per la ragione, i sintomi scompaiono, producendo una liberazione che porta direttamente alla guarigione.
Se dico che la psicomagia è un acceleratore di guarigione, tutto ciò che si verifica è positivo? Che cosa si sente svolgendo l’atto psicomagico?
Nessuno dovrebbe sorprendersi che la prima sensazione sia di debolezza, come postoperatoria. “Il sistema” si deve stabilizzare nuovamente, e senza conflitti. Un atto psicomagico cambia l’aspetto di noi e della realtà. Il nostro cambiamento è anche percepito dalla gente intorno a noi, può portare ad aggiustamenti in relazione. Ma è tutto per il meglio.

Mi è stato detto che non ci sono ricette psicomagiche oppure un supermercato della psicomagia, ma ci sono elementi che si ripetono in molti atti. Potresti citarne alcuni?
Che gli oggetti hanno potere, che nel sangue c’è la nostra essenza, che il miele è dolce, che il cielo simboleggia il padre, il latte materno è il primo alimento, che l’urina marchia il territorio, un carico pesa … tutto questo è conoscenza, che fa parte del nostro inconscio collettivo e lo psicomago se ne avvale come elementi per disegnare i suoi atti.

Si può fare un primo esempio con alcune di quelle parole: sangue, seppellire, vestiti, fiori e miele
-Firmare col sangue
Una goccia del nostro sangue su una carta in cui abbiamo scritto una frase, diventa un contratto. Se sono stanco di accumulare errori nella mia vita, su carta pergamena scrivo: “Sono un fallimento” e io firmerò con una goccia del mio sangue. Le etichette che ci segnano ce le hanno messe messe anche la famiglia, il partner e noi stessi. Abbiamo infiniti modi di essere e possiamo trasformarci.

-Seppellire
Posso liberarmi di quel vecchio contratto, o qualsiasi altro peso, seppellendolo. La terra agisce come un potente trasformatore. È utile sapere che posso seppellire cose diverse …
-Seppellire vestiti
Nel caso in cui si desidera lasciare un’infanzia persistente nella quale mi ha bloccato una madre molto possessiva, che ha fatto coppia con me (nodo incestuoso). Prima la affronto vicino alla sua tomba indossando camicia e pantaloni di bambino che lei mi aveva regalato, con un contratto attaccato ai vestiti che dice che non sarei mai cresciuto per non abbandonarla. (Si può agire su una foto, indumento intimo, una tomba ed è come se lo avessimo fatto con la persona reale). Infine mi toglierò tutti quei vestiti e seppellirò il più vicino possibile a dove è sepolta e mi vestirò con abiti nuovi.

-Piantare un fiore
Non dobbiamo dimenticare che è opportuno dopo aver seppellito, piantare qualcosa di bello in quel luogo, ad esempio un fiore … In questo modo stiamo dicendo al nostro inconscio che può nascere qualcosa di nuovo e migliore
-Miele
Per addolcire il termine, affinché non sia un atto aggressivo, possiamo scrivere sulla sua tomba parole con miele: “Pace, amore, amicizia”

Qualche altro esempio?
-Argilla verde
Rappresenta il lato femminile dell’albero genealogico, madre, nonna … se vogliamo curare un papilloma causato dalla mancanza di carezze materne, possiamo mescolare saliva della mamma con argilla verde e spalmarla sul papilloma fino alla guarigione.
-Sangue mestruale
Rappresenta la riaffermazione del femminile. Ad esempio, una donna è influenzata perché ritiene che suo padre, ora morto, ha chiuso il rapporto con lei dopo il suo primo mestruo. Jodorowsky la invita ad andare alla sua tomba e il più vicino possibile al corpo, seppellire il tuo assorbente imbevuto di sangue mestruale e un barattolo di miele.

-Monete d’oro
Rappresentano il valore e il potere (capacità). Una donna è sottovalutato e ritiene che l’essere donna mini alla sua realizzazione, ma deve partecipare a un’importante intervista di selezione del personale (o un esame critico, a comparire in tribunale, ecc.). È opportuno che introduca sette monete d’oro in un preservativo e le porti inserite nella sua vagina durante l’evento.
Arte e psicomagia, dov’ è la connessione?
Alejandro Jodorowsky afferma che la psicomagia è l’arte che riunisce tutte le sfaccettature creative: teatro, pantomima, storie di fumetti, opere paniche, film … Quindi la psicomagia è la formula con la quale ritiene di aver raggiunto un arte terapeutica.

Possiamo definire il concetto di arte? E insegnarlo?
C’è una frase di Ernst Gombrich, che dice: “L’arte non esiste. Ci sono solo gli artisti. ”
Se è difficile da definire, è ancora più difficile cercare di trasmetterla o insegnarla. Secondo Cristobal Jodorowsky l’arte non si può insegnare. Si possono insegnare alcune basi ma devi avere un dono, puoi dare alla gente alcune idee utili: ma alla fine o sei un artista o non lo sei.

Da dove viene l’arte?
Sembra che l’arte derivi dall’inconscio collettivo, “l’arte” non è proprietà privata. Ogni nuova idea assimilata provoca cambiamento, trasformazione dentro di noi.

Alcuni affermano con atteggiamento negativo che la psicomagia è solo teatro
Poiché dal punto di vista jodorowskyano ogni atto psicomagico deve essere teatrale, è teatro sacro. Si tratta di una chirurgia inventata, teatrale. Tutte le cerimonie a cui stiamo assistendo nella nostra vita sono teatro (inclusa la Messa).
Qual è l’effetto positivo del teatro?
Sigmund Freud, medico e scienziato considerò l’inconscio come “una giungla”. Egli credeva che l’uomo fosse un animale parlante. Quindi usava la ragione per raggiungere l’inconscio. Cercò di raggiungere l’inconscio con la parola, ma l’inconscio non capisce le parole, questo è il problema.
Alejandro Jodorowsky ha iniziato un processo inverso, dalle arti parla direttamente all’inconscio. Senza parole, si utilizza il linguaggio dell’inconscio che è artistico.

Quale si può pensare che sia lo scopo dell’arte?
Secondo Jodorowsky: “Lo scopo dell’arte è quello di guarire, perché se non cura, non ha valore.” L’unico linguaggio che aumenta il livello di coscienza è il linguaggio dell’arte e della poesia. Un buon esercizio quotidiano è quello di scrivere una piccola poesia , quando ci alziamo.
Inoltre dice di non interessarsi all’arte come proiezione delle nevrosi dell’ego dell’autore ma come strumento di guarigione.
Qual è l’aspetto dell’ essere umano che più frequentemente richiedere una cura??
Senza dubbio è l’Ego emozionale che si ammala più spesso, nella persona e nella società. Jodorowsky dice che nel mondo c’è molto da curare nel campo emozionale, nel quale vengono prodotte le malattie, i tumori. Ora c’ è una grande crisi emotiva nel mondo. Non è economica, ma emotiva.

La psicomagia è il precursore di un’arte per curare?
L’origine delle attività artistiche è curare. Gli antropologi ci dicono molto chiaramente che la magia e l’arte nacquero unite nelle pitture rupestri. La Kabbalah e l’alchimia furono praticate dagli artisti, quando erano chiamati scienziati.
Si potrebbe considerare la psicomagia una combinazione di arte, psicoanalisi e magia?
Tanto nell’arte quanto nella psicoanalisi e nella magia si cerca il modo per arrivare all’essenza dell’inconscio, cioè, di comunicare con lui accettando che è il nostro alleato essenziale. Il filo che unisce queste discipline si chiama miracolo (nella forma di quelle sincronicità davvero curiose che scopriamo ogni giorno).

Quali altri concetti artistici utilizza nella psicomagia Alejandro Jodorowsky?
Utilizza la danza, la poesia, la pittura, la musica, la scultura, la cucina, aromaterapia, tarocchi, ecc. Non è arte terapeutica, ma terapia artistica.
Che ruolo ha l’immaginazione nella psicomagia? Faccia qualche esempio
L’immaginazione gioca un ruolo importante, come illustrato dai seguenti atti dettati da Alejandro Jodorowsky:
1.-Se avete dei dubbi sulla vostra bellezza, uscite di casa e per un giorno intero comportatevi come una donna o un uomo bellissimi, con tutte le conseguenze.
2.-Se pensate di avere un piccolo corpo, un altro giorno uscite di casa sentendovi grande per tutto il giorno.
3.-Se non avete molto denaro, uscire di casa come se aveste 1.000 milioni di euro in banca.
Vuoi aggiungerne qualcuno?
4.-Se avete dei dubbi sul vostro valore immaginate di avere una testa di cobra sopra la vostra e camminate con le ali aperte dietro la schiena, trascinando una coda da rettile dietro.
5.-Se sei un uomo, per favorire la creatività, colora i tuoi testicoli con vernice rossa (colorante per dolci).
6.-Se sei una donna e per questa ragione hanno limitato la tua creatività letteraria, mettiti un un fallo finto, immergilo nella vernice e sopra un grande foglio verticale montato sul muro comincia a scrivere il tuo libro. Il giorno dopo, scrivi come se scrivessi con il fallo. Scrivi così tutti i giorni, fino a quando non sarà più necessario.

http://pianoinfinito.altervista.org/curare-con-la-psicomagia-raccolta-di-domande-e-risposte/


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Psicologia
· Ultime news


Articolo più letto su Psicologia:
Test psicologici

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online