Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Sostanze chimiche e invecchiamento

Versione stampabile Segnala ad un amico

Chi è esposto a fumo di sigaretta o benzene invecchia prima
-
2014

LM&SDP
Salute a parte, anche l’aspetto fisico può essere diverso per due persone della stessa età: l’uno può dimostrare i suoi anni – o addirittura dimostrarne meno – mentre l’altro può sembrare decisamente più vecchio. Questione di genetica? Sì, anche. Ma a quanto pare c’entrano, e di molto, le tossine presenti nell’aria che agiscono da “invecchianti”.

Queste sostanze, come per esempio il fumo di sigaretta e il benzene, sono state battezzate “gerontogeni” dal prof. Norman Sharpless della University of North Carolina – Chapel Hill, il quale ha pubblicato un articolo a tema sulla rivista Trends in Molecular Medicine.
Qui, il prof. Sharpless ha spiegato che il tasso di invecchiamento fisiologico, o molecolare, differisce tra gli individui, in parte proprio a causa dell’esposizione ai gerontogeni, ossia i fattori ambientali che influenzano l’invecchiamento.

Secondo Sharpless, così come l’individuazione e la comprensione degli agenti cancerogeni ha fornito preziosi strumenti e informazioni sulla biologia del cancro, la comprensione dei gerontogeni andrà tutta a beneficio dello studio dell’invecchiamento. Individuando ed evitando l’esposizione ai gerontogeni, si potrà essere in grado di influenzare l’invecchiamento e la speranza di vita a livello di salute pubblica.
Sharpless, ha di recente fondato un’azienda che fornisce test per misurare la vera età biologica di una persona. Con questi innovativi metodi, il ricercatore ritiene che si potrebbero utilizzare dei semplici esami del sangue per la valutazione dei biomarcatori dell’età molecolare, al fine di comprendere le differenze nei tassi di invecchiamento tra gli individui. Tali test possono misurare percorsi chiave coinvolti nel processo di senescenza cellulare o modificazioni chimiche del DNA.

Tra i gerontogeni che hanno un impatto maggiore dal punto di vista della salute pubblica c’è di sicuro il fumo di sigaretta, sostiene il prof. Sharpless. Le sigarette sono collegate ai tumori, ma anche con aterosclerosi, fibrosi polmonare e altre malattie associate con l’età.
Altri fattori di invecchiamento cellulare sono le radiazioni UV del sole, spiegano gli scienziati, ma anche il trattamento con la chemioterapia è un forte gerontogeno. Questo fattore è stato dimostrato con il nuovo studio condotto su modello animale, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cell Press Trends.
In definitiva, la nostra età biologica è oggetto di attacco da tutte le parti. E, se il miglior attacco è davvero la difesa, dobbiamo armarci di tante – forse troppe – armi se intendiamo vincere la battaglia dell'invecchiamento precoce.

http://www.lastampa.it/2014/05/30/scienza/benessere/le-tossine-ambientali-ci-fanno-pi-vecchi-Xp5Xp43MMB92oPjyae7trM/pagina.html


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online