Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Pomodori e sudore

Versione stampabile Segnala ad un amico

L'odore corporeo cambia quando si mangiano i pomodori.
-
2014

LM&SDP
Il rosso frutto dell’orto, il pomodoro, è non solo buono da mangiare ma anche buono con la salute. I pomodori, infatti, sono un alimento sano e ricco di sostanze benefiche per l’organismo come, per esempio, gli antiossidanti – che proteggono dall’invecchiamento, l’ossidazione e molte malattie.
Come però spesso accade, c’è il rovescio della medaglia: se dunque i pomodori fanno bene alla salute, non farebbero altrettanto all’odore corporeo, in particolare quello emesso dalle ascelle. Secondo uno studio britannico, infatti, mangiare abbondanti porzioni di pomodoro farebbe emettere un cattivo odore – indipendentemente dall’igiene personale o fattori genetici.

La decisione di condurre lo studio che ha mostrato come mangiar pomodori può far puzzare è nata, come già accaduto in molti casi, da un’esperienza personale. Il dott. Charles Stewart, infatti, soffriva dal 2007 di un problema di odore del corpo. Problema che era diventato piuttosto ingombrante, dato che ogni volta che entrava in una stanza i suoi colleghi si affrettavano ad aprire le finestre. In prima battuta, il dott. Stewart ha dato la colpa al gran caldo che affliggeva la Gran Bretagna in quell’estate, ma poi iniziò ad avere dei dubbi.
Divenne allora consapevole che il problema era l’odore emesso dal suo corpo. Ma, nonostante l’uso di generose quantità di sapone, non riusciva a controllarlo.
La scoperta che gli steli della pianta di pomodoro sono ricchi di una sostanza che ricorda l’odore di sudore, fece rendere conto al dott. Stewart che forse il problema era proprio quello. Riducendo così l’assunzione di pomodori, il medico scoprì, con sua somma sorpresa e sollievo, che il cattivo odore se n’era andato.

Dietro al mistero della puzza, le ricerche del dottor Stewart hanno rivelato che vi era l’olio presente nei gambi dei pomodori, il quale contiene delle sostanze chiamate “terpeni”. Una volta entrate nell’organismo attraverso l’alimentazione, queste sono scisse dagli enzimi presenti nel nostro corpo. Come risultato, vengono prodotte sostanze chimiche che reagiscono con il noto antiossidante presente nei pomodori, il licopene, che, a sua volta, ha portato alla produzione dei maleodoranti effluvi emessi dal corpo.
Il dottor Stewart fa notare a tutti gli estimatori dei pomodori, che l’effetto puzza dei pomodori, anche se mangiati pomodori una sola volta, dura ben una settimana.
«E’ davvero sorprendente che l’odore possa durare così a lungo, dopo un pasto. Questo però significa che le persone che mangiano pomodori e derivati del pomodoro corrono sempre il rischio di puzzare quando sudano», conclude Stewart.
Se quindi ci capita di sentire che il nostro odore non è dei più buoni, cerchiamo allora di ripensare a cosa abbiamo mangiato negli ultimi sette giorni.

http://www.lastampa.it/2014/05/26/scienza/benessere/alimentazione/mangiare-pomodori-fa-puzzare-NEZPPPa2apXvtJQ0hKErDJ/pagina.html


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online