Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Longevità e alimentazione

Versione stampabile Segnala ad un amico

L'alimentazione allunga la vita anche del 30%
-
2014

LM&SDP
Con uno studio durato la bellezza di dodici anni si è scoperto quello che potrebbe essere uno dei segreti per cui si vive più a lungo, riducendo allo stesso tempo del 30% il rischio di mortalità.

I ricercatori spagnoli, per svelare il segreto degli arzilli anziani del Centro Italia, hanno coinvolto 807 uomini e donne di età pari o superiore ai 65 anni.
Tutti i partecipanti, come detto, sono stati seguiti per 12 anni, durante i quali si è valutato l’apporto di polifenoli nella dieta per mezzo di un biomarcatore presente nelle urine.

I polifenoli sono degli antiossidanti naturalmente presenti nella frutta (la buccia dell’uva, per esempio, ne è molto ricca) e nella verdura, ma anche nella frutta a guscio (o secca) e in bevande come il tè e il caffè. Queste sostanze, come ricordato dai ricercatori possono «ridurre il rischio di diverse malattie croniche e la mortalità in generale». Di queste sostanze, nei vegetali ne sono state identificate più di 8.000.

In questo studio, la dottoressa Cristina Andres Lacueva e colleghi dell’University Biomarkers and Nutritional and Food Metabolomics Research Group hanno trovato che una maggiore presenza di polifenoli nelle urine dei soggetti era correlata a una riduzione del 30% della mortalità.
I dati, raccolti per mezzo degli esami clinici, secondo gli autori sono più significativi e affidabili che non quelli di solito basati su questionari, laddove i partecipanti devono riferire quale tipo di dieta seguono e quali sostanze assumono: questo approccio è chiaramente passibile di errori dovuti all’errato riportare delle informazioni da parte dei partecipanti.

I risultati finali dello studio, pubblicato sul Journal of Nutrition, mostrano che per ridurre del 30% la mortalità occorre assumere più di 650 mg di polifenoli al giorno, dato che questo vantaggio non si mostrava in coloro che ne assumevano meno di 500 mg al giorno.
Ancora una volta si è così dimostrato come una dieta corretta possa fare la differenza non solo nella prevenzione delle malattie, ma anche nell’aumentare le aspettative di vita.

http://www.lastampa.it/2013/10/15/scienza/benessere/alimentazione/il-segreto-degli-italiani-che-vivono-pi-a-lungo-RPh26D16p0LHgbIIvOeNbK/pagina.html


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online