Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Pomodoro benefico

Versione stampabile Segnala ad un amico

Protegge dall'ictus

-
2013

Alti livelli di licopene nel sangue, la sostanza antiossidante contenuta nel pomodoro, sono stati associati a un 59% di minore rischio di ictus
I pomodori e altri alimenti prodotti a base di pomodoro, come per esempio la salsa ketchup, contengono una sostanza antiossidante nota con il nome di licopene.
Questo licopene, se presente in buona misura nel sangue, è stato associato a un ridotto rischio di ictus da una ricerca finlandese pubblicata su Neurology , la rivista medica dell’American Academy of Neurology.

Un team di ricercatori della University of Kuopio in Finlandia ha coinvolto nello studio 1.031 persone di età compresa tra i 46 e i 65 anni. A questi è stato misurato il livello di licopene nel sangue per mezzo di un prelievo eseguito all’inizio dello studio e poi durante e alla fine dello studio. I partecipanti sono stati seguiti per 12 anni in totale.
Durante questo periodo di tempo 67 dei 1.031 uomini hanno subìto un ictus. Gli eventi erano così distribuiti: 25 casi di ictus tra i 258 soggetti con i più i più bassi livelli di licopene; 11 casi di ictus tra i 259 soggetti con i più alti livelli di licopene. Questo risultato dimostra che chi ha più alti livelli di licopene nel sangue vede ridurre il rischio di ictus in generale del 55%.

Una ulteriore sorpresa per i ricercatori è arrivata quando hanno inteso esaminare soltanto i casi di ictus dovuti a coaguli nel sangue. In questo caso il rischio di ictus si è ridotto del 59% per le persone con più alti livelli di licopene nel sangue, rispetto a chi aveva livelli più bassi.
L’esame della presenza di antiossidanti come alfa-carotene, beta-carotene, alfa-tocoferolo e retinolo, non ha invece mostrato alcuna associazione tra i livelli nel sangue e una riduzione del rischio di ictus.
«Questo studio si aggiunge alle prove che una dieta ricca di frutta e verdura è associata a un minor rischio di ictus – spiega nel comunicato AAN il principale autore dello studio, dottor Jouni Karppi – I risultati supportano la raccomandazione che invita le persone ad assumere più di cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, che probabilmente porta a una forte riduzione del numero di ictus in tutto il mondo, come suggerito da una ricerca precedente».
Bene, se quindi frutta e verdura fanno bene, i pomodori ancora di più – almeno per quanto riguarda l’ictus.

http://www.koimano.com/articolo.asp?id=1936&genere=Articoli


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online