Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Salumi pericolosi

Versione stampabile Segnala ad un amico

favoriscono pesantemente la morte precoce
-
2013

Un largo studio europeo suggerisce che il consumo di carne lavorata, come i salumi, è collegato a malattie cardiovascolari, cancro e morte precoce
LM&SDP
Mangiare con regolarità prosciutti, salsicce, salame, pancetta e simili aumenta in modo significativo il rischio di sviluppare tutta una serie di malattie, come quelle cardiovascolari, il cancro, e morte precoce.

Lo studio che mette in evidenza i rischi di una dieta scorretta è stato condotto seguendo per circa tredici anni mezzo milione di persone di età compresa tra i 35 e i 70 anni, provenienti da dieci Paesi europei.
I risultati sono stati pubblicati sulla rivista BMC Medicine e riportano che chi è solito consumare insaccati, e carni lavorate in genere, vede aumentare in modo significativo il rischio di morte prematura.

I ricercatori dell’Università di Zurigo hanno raccolto una mole di dati relativi alla dieta dei cittadini europei. I dati comprendevano il consumo personale di carne rossa, bianca e lavorata.
Nello specifico, la carne rossa includeva quella di bovino, suino, equino e ovino; la carne bianca il pollame in genere, ma anche anatra e coniglio. Infine, la carne lavorata includeva prosciutti, salami, salsicce, pancetta e tutti i salumi e insaccati in genere.
Durante il periodo di follow-up, una persona su 17 è morta. Di questi, chi mangiava circa 160 grammi al giorno di carne lavorata vedeva aumentare il rischio di morte del 44%, rispetto a coloro che ne mangiavano circa 20 grammi al giorno.

Nei circa 13 anni di studio, ci sono stati 5.556 decessi per malattie cardiache e vascolari, 9.861 mori per cancro e 1.068 a causa di malattie respiratorie.
Analizzando i dati per causa, si è scoperto che il consumo di carne lavorata era quello che aumentava maggiormente il rischio di malattie e morte prematura: nella fattispecie mangiare molta carne lavorata aumentava del 72% il rischio di malattie cardiovascolari e dell’11% il rischio di cancro.

http://www.lastampa.it/2013/03/07/scienza/benessere/salute/i-salumi-aumentano-del-per-cento-il-rischio-di-morte-prematura-3Lt3reh0sTrlxaJ32y5RiI/pagina.html


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online