Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Frullati poco sani

Versione stampabile Segnala ad un amico

Troppi zuccheri, meglio mangiare frutta.

MILANO - Se pensavate che i frullati (o smoothies, all’inglese) fossero una scelta tutta salute e zero controindicazioni, meglio che rivediate le vostre convinzioni. A maggior ragione se siete fra quelli (ovvero circa il 30% dei 2mila campionati in un sondaggio inglese) convinti che un frullato valga come due delle cinque porzioni di frutta giornaliere previste dai nutrizionisti (ma c’è un buon 10% che pensa che ne copra persino l’intero fabbisogno). In realtà, grazie a un’indagine del magazine Which? - che ha analizzato i valori nutrizionali di 52 smoothies venduti nelle principali catene di supermercati britannici - è emerso che un bel bicchierone di frullato rischia di essere tutto fuorché salutare, perché eccessivamente ricco di zuccheri («comunque dannosi per denti e girovita, che siano derivati dalla frutta o aggiunti», spiega un dentista alla rivista britannica), mentre l’alta concentrazione di frutta si ripercuote in negativo anche sulle calorie.
L'INDAGINE - E l’amara verità è tutta nei numeri, con ben 41 dei 52 smoothies testati che sono risultati più zuccherati di un’intera bottiglietta da 250 ml di bevanda alla Cola (che però manca di vitamine e sali minerali, presenti invece in grande quantità nei frullati). Emblematico il caso del succo all’ananas, mango e frutto della passione di un noto marchio inglese, che contiene addirittura 36,75 grammi di zucchero, pari a oltre 7 cucchiaini da tè, contro i 26,5 della bibita gassata. Ma a sorpresa è nel computo delle calorie complessive che gli smoothies perdono alla grande il paragone con le bevande alla Cola, visto che tutti i 52 tipi analizzati per l’inchiesta sono stati giudicati più calorici della bibita presa come termine di confronto, con la maglia nera assegnata in questo caso a un succo all’ananas, banana e cocco di un’altra marca britannica, che ha addirittura 177,5 calorie per 250 ml contro le 105 della stessa quantità di bibita alla Cola).

COSTI ALTI - «Dalla nostra analisi è chiaro che i frullati non sono poi così salutari come si potrebbe pensare - spiega Richard Lloyd, direttore esecutivo di Which?- perché pur essendo una buona fonte di frutta e apportando vitamine e sali minerali, preziosi per l’organismo, spesso contengono livelli talmente elevati di zuccheri e hanno così tante calorie che dovrebbero essere consumati nel rispetto di una dieta equilibrata». Altro aspetto considerato nella ricerca è stato poi il prezzo, con gli smoothies (che muovono un mercato quantificato in 109 milioni di sterline l’anno dal Daily Mail) che proprio non reggono il confronto con la frutta fresca, visto che una bottiglia media di succo da 250 ml costa poco meno di due sterline, mentre un mela non supera i 30 pence.

Simona Marchetti

http://www.corriere.it/salute/nutrizione/12_dicembre_15/frullati-calorie_53ae650a-46b9-11e2-90a4-19087f7b891e.shtml


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online