Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Elettrosmog Occhi di fuoco con l’iPad

Versione stampabile Segnala ad un amico

Gli occhi fissi sullo schermo retroilluminato di iPad, e-Reader, Tablet e simili può far infiammare gli occhi che così bruciano e prudono, a volte anche in modo continuo sino a causare quella che viene chiamata sindrome dell’occhio secco

-
2012

Gli occhi fissi sullo schermo retroilluminato di iPad, e-Reader, Tablet e simili può far infiammare gli occhi che così bruciano e prudono, a volte anche in modo continuo sino a causare quella che viene chiamata sindrome dell’occhio secco
Sono ormai milioni le persone che, ogni giorno, passano ore e ore davanti allo schermo del loro nuovo giocattolo high-tech alla moda: iPad e compagnia. Spesso poi succede che questo utilizzo avvenga magari dopo che si è stati per gran parte della giornata davanti al PC, al lavoro.
Questa overdose di immagini pixelate ha tuttavia il suo bell’impatto sull’apparato visivo, avvertono gli esperti, e se ci ritroviamo con gli occhi che bruciano o prudono non dovremmo stupirci.

Il problema è lo schermo retroilluminato su cui fissiamo lo sguardo che rende pigri la mente e l’occhio. Secondo l’esperta, dottoressa Christine Purslow, direttore del Contact Lenses and Anterior Eye Research Unit presso la Cardiff University (Uk), di norma l’occhio socchiude e riapre le palpebre per 12-15 volte al minuto, mentre quando siamo concentrati nel giocherellare con il nostro tecnogadget possiamo dimezzare inconsciamente questa frequenza, arrivando a circa 7 movimenti al minuto.
Questa funzione dell’occhio ha un suo perché: serve a lubrificare il bulbo oculare con il film lacrimale che garantisce l’umidità ideale affinché l’occhio sia protetto e resti in salute. La riduzione del movimento invece non apporta abbastanza lubrificazione con una conseguente secchezza oculare che si mostra con bruciore, arrossamento, prurito spesso molto fastidiosi.

Questo insieme di sintomi, in medicina è conosciuto come sindrome dell’occhio secco che, sebbene secondo gli esperti colpisca circa il 30 percento degli over 50, è in costante aumento tra le persone più giovani. E la probabile causa è proprio l’uso sempre più diffuso di questi tablet.
«Come nazione stiamo invecchiando, il che significa che la percentuale di sofferenza per l’occhio secco legata all’età è in aumento – spiega Purslow al Daily Mail – Ma i giovani hanno problemi a causa degli uffici moderni, con computer e l’aria condizionata che peggiorano le cose, così come l’uso domestico di questo schermi. L’uso di uno schermo sulle ginocchia, l’iPad per esempio, ha un effetto simile a quello di uno schermo da PC – si sbattono meno le ciglia». Se poi si indossano lenti a contatto soft, si è ancora più a rischio, sottolinea l’esperta.

Insomma, anche la moda ha il suo prezzo e, in questo caso, non si tratta solo di denaro ma anche di salute. E spesso, poi, accade che una cosa incida sull’altra.
[lm&sdp]
http://www3.lastampa.it/benessere/sezioni/lifestyle/articolo/lstp/448795/


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Elettrosmog
· Ultime news


Articolo più letto su Elettrosmog:
Forni a Microonde

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online