Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Deficit di vitamina D per 7 europei su dieci

Versione stampabile Segnala ad un amico

Lo stile di vita “indoor” che ormai caratterizza anche i Paesi mediterranei chiede il conto. -
2012

Secondo un rapporto dell'European Menopause and Andropause Society, dal 50 al 70 per cento della popolazione europea ha un deficit di vitamina D: «Un problema comune, che affligge anche gli abitanti delle zone più soleggiate del sud dell'Europa», sintetizza Faustino Perez-Lopez, coordinatore del gruppo di studio che ha preparato un rapporto sul problema dedicato in special modo alle donne in menopausa e all'opportunità, in certi casi, di ricorrere ai supplementi.
DEFICIT – L'ideale, scrivono gli esperti, sarebbe un livello di vitamina D nel sangue pari ad almeno 30 nanogrammi per millilitro. Questo perché la vitamina D è preziosa per la nostra salute: molte malattie, fra cui diabete, tumori, infezioni e patologie cardiovascolari, sembrano peggiorare se c'è un deficit di questa vitamina che oltre a stimolare l'assorbimento di calcio e fosforo regola anche la trascrizione e l'attività di numerosi geni. Non a caso negli ultimi anni si sono accumulate prove di proprietà immunomodulanti, antimicrobiche, di controllo nei meccanismi della proliferazione cellulare, della contrattilità cardiaca e della sintesi di insulina da parte della vitamina D. Circa il 90 per cento della vitamina D viene sintetizzata nella pelle, in conseguenza all'esposizione al sole; il resto arriva da cibi come latte, uova, pesce. Tutto ciò spiega perché i livelli stiano pericolosamente abbassandosi: la vita che la maggioranza di noi conduce non ci porta a stare molto tempo all'aperto. E dire che «basterebbero 15 minuti all'aperto tre o quattro volte alla settimana, quando il tempo lo permette, per produrne a sufficienza», dice Perez-Lopez.

DONNE –Il documento degli esperti, pubblicato sulla rivista Maturitas, si focalizza soprattutto sulle donne in menopausa: in loro, infatti, il deficit di vitamina D è particolarmente rischioso perché aumenta considerevolmente il rischio (già non irrisorio) di osteoporosi e fratture. «Per questo riteniamo che in queste donne, se c'è una carenza, sia opportuno pensare a un integratore – dice Perez-Lopez –. Sappiamo infatti che i supplementi migliorano la salute delle ossa e la funzionalità neuromuscolare, inoltre riducono il rischio di fratture. E le donne con un buon livello di vitamina D sono infatti in una migliore forma fisica, con un buon rapporto fra massa grassa e magra e una discreta forza muscolare. Non c'è accordo generale però sull'opportunità degli integratori e i dosaggi eventuali. Il nostro documento è il primo a prendere posizione in Europa sulle donne in menopausa: secondo noi per garantire un buon livello di vitamina D le donne con meno di 70 anni dovrebbero introdurre ogni giorno 600 unità internazionali (ovvero 15 microgrammi) di vitamina D, quelle over 70 anche 800 (pari a 20 microgrammi), sotto forma di ergocalciferolo o colecalciferolo. Nelle donne con fattori di rischio noti per l'ipovitaminosi, come l'obesità o le sindromi da malassorbimento intestinale, riteniamo sia possibile aumentare l'integrazione fino a 4000 unità al giorno (circa 100 microgrammi), una dose che non è pericolosa in persone sane».

Elena Meli
10 marzo 2012

http://www.corriere.it/salute/dermatologia/12_marzo_10/vitamina-D-deficit-meli_94e2f56e-564f-11e1-b61e-fac7734bea4a.shtml


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online