Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Calvizie: perchè e come curarla

Versione stampabile Segnala ad un amico

La perdita dei capelli e le calvizie sono sinonimo di invecchiamento non solo a livello psicologico. Perché perdiamo i capelli? Acidificazione, cattiva alimentazione e difficoltà nell’ eliminazione delle tossine sono le riposte. La cura giusta si deve occupare del benessere di tutto l’ organismo e non solo dei capelli

La calvizia è la tanto temuta perdita definitiva dei capelli. Questa affermazione spesso implica uno stato di alterazione generale e rappresenta lo Stato più grave di una “degenerazione” che porta progressivamente alla perdita dei capelli.

Che cosa rappresenta per il nostro organismo la perdita dei capelli e le calvizie ?

La perdita dei capelli le calvizie affliggono circa il 70% degli uomini e stanno diventando sempre più comune anche per le donne che un tempo ne sembravano quasi immuni. Questo fenomeno è in continua crescita e tra pochissimo ne capiremo le motivazioni.

I capelli cadono dal cuoio capelluto ( allo stesso modo diventano bianchi o grigi ) per effetto dell'intossicazione della loro radice. La calvizie è quasi sempre un sintomo che rivela lo stato di impurità del nostro corpo già in stato di cronicità. Sono evidenti le carenze degli organi emuntori (pelle fegato reni) nell’ eliminare il sovraccarico tossico. Potremmo quindi definire in chiave naturopatica, che la perdita dei capelli è la conseguenza diretta di un'intossicazione del nostro organismo dovuta, per la maggioranza dei casi a cattiva alimentazione e stile di vita.

Perché cadono i capelli ?

La causa primaria della perdita dei capelli è rappresentata dell'intossicazione del nostro organismo che può avvenire per i seguenti motivi:

1 Acidificazione corporea

2 Deficit della funzionalità epatica

3 Cattiva alimentazione

4 Disbiosi intestinale, Fermentazione e putrefazione intestinale

5 abuso di alcol e fumo

6 fattori psicologici (disistima di se stessi)

7 fattori Genetici

Tutti questi aspetti sono in larga parte correlate tra loro. Cerchiamo di capire insieme in modo semplice come funziona il nostro organismo.

1 Acidificazione corporea e Cattiva alimentazione

“Noi siamo ciò che mangiamo”: l'alimentazione di tipo acidificante tipica della nostra società (come abbiamo già spiegato in diversi articoli) porta a lungo termine ad uno stato di acidosi tissutale con conseguente comparsa dei sintomi tipici come: stanchezza cronica, stati infiammatori, irritabilità del sistema nervoso ed un aumento delle tossine e dei radicali liberi. I capelli sono un indicatore preziosissimo delle condizioni metaboliche dei nostri tessuti risentono e direttamente di questo sovraccarico di acidi e tossine.

2 Deficit della funzionalità epatica

Il fegato è l’organo deputato alla detossicazione per eccellenza. Come tale, è chiamato in causa per tutti processi metabolici non solo di tipo digestivo ma anche di tipo depurativo. Infatti il fegato deve neutralizzare tutte le sostanze tossiche che vengono ingerite. La sua funzionalità è a stretto contatto con quell'intestinale. L'alimentazione acidificante, l'eccesso di alcol e di carboidrati raffinati aumentano direttamente il carico di lavoro del fegato, riducendo la produzione di aminoacidi solforati che sono determinanti per la sintesi dei tessuti connettivi e degli annessi cutanei. In altre più semplici potremmo dire che il sovraccarico epatico causa direttamente un invecchiamento precoce. Tutti gli altri tessuti e organi ne risentono, compresa la pelle su cui sono innestate le radici dei capelli.

4 Disbiosi intestinale.

La cattiva alimentazione, ricca di cibi raffinati acidificanti, e sovraccarico del fegato sono concause della disbiosi intestinale. La disbiosi intestinale è un'alterazione della flora batterica intestinale. i sintomi vanno dalla pancia gonfia alla cattiva digestione fino a forme di colite e diverticolosi. l'intero organismo ne soffre per l'indebolimento del sistema immunitario. Ad aggravare il quadro, in questa condizione le sostanze tossiche attraversano la barriera intestinale e si riversano direttamente nel circolo sanguigno andando a sovraccaricare ulteriormente il fegato. In questo frangente, la pelle non è un organo estraneo anzi in caso di sovraccarichi tossinici, il suo carico lavorativo aumenta. La fermentazione intestinale e le putrefazione eccessiva che caratterizzano la disbiosi intestinale, producono gas tossici che trasudano dai tessuti porosi del collo e della testa fino a giungere al cuoio capelluto. Questi gas distruggono la radice dei capelli con conseguente caduta e definitiva scomparsa degli stessi.

5 abuso di alcol e fumo

Alcool e fumo contribuiscono direttamente all’ acidificazione. Il fumo di sigaretta apporta anche sostanze tossiche e minerali pesanti tra cui nichel e cadmio, i cui effetti tossici sono stati descritti in questi articoli. In particolar modo per il nichel, metallo tossico che viene utilizzato da moltissimi batteri ( che lo accumulano nei tessuti ). Il nichel si accomuna nei reni e nelle ghiandole surrenali, nella vescica nella prostata. Lo si ritrova anche nel cuoio capelluto maschile, e qui la sua presenza, accelera il processo di caduta dei capelli e la calvizie.

6 fattori psicologici

I fattori psicologici, spesso vengono analizzati come qualcosa di differente dal nostro intero organismo e dal nostro stato di benessere complessivo. Non è così: “noi siamo ciò che pensiamo” :un disagio psicologico si ripercuote inevitabilmente non solo sul nostro stile di vita alimentare ma su tutte le azioni quotidiane con ripercussioni dirette sul fattore stress. Una relazione meno conosciuto ma non per questo meno importante è quella contraria. Infatti anche il cibo di cui ci nutriamo influenza il nostro stato d'animo ed il nostro equilibrio psicofisico. Di questo aspetto ci occuperemo nel dettaglio in un prossimo articolo.

7 Fattori genetici

Nella nostra eredità cromosomica possono entrare a far parte anche geni che causano una precoce calvizia. In questi casi, poco può fare un approccio di tipo energetico naturopatico, sia un eventuale supporto fitoterapico, se non mantenere la salute complessiva al massimo livello possibile.

È possibile curare i capelli e farli ricrescere?

Spero che abbiate letto tutto e non siate saltati direttamente al paragrafo più interessante! Avrete capito che per curare i capelli, dovete prima prendervi cura di voi stessi. Non è sufficiente per risolvere la caduta dei capelli, utilizzare solo ed esclusivamente rimedi locali. Questi possono aiutare momentaneamente ma certamente non a lungo termine !

Acidosi e alimentazione

Curate la dieta, prevedendo un regime alimentare prevalentemente alcalino. Potete trovare tutti consigli inerenti all'equilibrio acido basico degli alimenti direttamente in questo articolo. In questa sede mi limito a dirvi che bisognerebbe orientarsi verso l'alimentazione di tipo vegetariana o almeno parzialmente Abituatevi a bere due centrifugati di frutta al giorno e almeno 4-5 porzioni di frutta. Tale regime e difficilmente raggiungibile se non modifichiamo in maniera radicale la nostra dieta. Potete aiutarvi per ridurre l'acidificazione corporea ricorrendo a specifici integratori di minerali alcalini come per esempio il Pascoe Basentabs o Basenpulver, di cui trovate una recensione ed istruzioni per un corretto utilizzo qui.

Integratori ed acqua alcalina

Per contrastare l'acidosi, rinforzare il sistema immunitario e rimettere in moto l'intero metabolismo, finalmente è arrivata anche in Italia la possibilità di usufruire di depuratori d'acqua con funzione alcalinizzante.

Disbiosi e alimentazione

Abbiamo definito l'intestino come motore vitale dell'organismo: Per contrastare la disbiosi, oltre ad un regime alimentare corretto ( sostanzialmente lo stesso per l'acidosi ) possono essere utili integratori di microrganismi benefici. Riequilibrare la flora batterica intestinale, stimolare il sistema immunitario e disintossicare l'organismo sono le chiavi per rimettere in moto le molte funzionalità intestinale. Fortunatamente esistono ottimi integratori in grado di aiutarci in questo, tra cui il Microflorana un sistema biologico completo adatto a ripristinare la flora batterica e aiutare il lavoro del fegato.

naturopataonline.org


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online