Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Editoriali E' arrivato il grande freddo.

Versione stampabile Segnala ad un amico

Come prevenire raffreddori ed influenze quando
la temperatura si abbassa?

di Luciano
Rizzo

Le
temperature di questi giorni sono ben al di sotto della media
stagionale. Per questo sui mezzi d’informazione si parla molto di come
proteggersi dai rigori dell’inverno, evitando mal di gola ed
influenza. Sono disturbi fastidiosi, che spesso vengono presi
sottogamba. In tal caso possono peggiorare, portando a complicanze come
bronchiti od otiti, fino alla polmonite nei casi gravi. 


Frequenti
sono i consigli sull’alimentazione. In particolare si vantano gli
effetti degli zuccheri per stimolare il metabolismo.

Tutto
vero, ma a che prezzo? Gli zuccheri raffinati causano una risposta
ormonale molto forte: prima il pancreas deve rilasciare quantità
abnormi di insulina, e poi il surrene secerne quantità elevate di
adrenalina, per bilanciare gli effetti dell’insulina. In pratica
quando finisce l’effetto stimolante le surrenali sono ancora più
scariche di prima, e, in condizioni di stress, non riescono a produrre
abbastanza adrenalina per combattere i colpi di freddo. Ecco quindi che
il corpo si raffredda e il flusso linfatico rallenta. In tal modo si è
più esposti all’attacco di virus, funghi e batteri.

Esattamente
l’opposto dell’effetto che si vorrebbe ottenere. Molto meglio
valutare altre opzioni. Ad esempio molto utile è bere e mangiare cibi
caldi, evitando, d’inverno, anche l’acqua a temperatura ambiente.
Questo perché il corpo in tal modo non spende energia per produrre
calore, e mantiene le sue riserve ormonali per i momenti di maggior
esposizione al freddo.

Utili
anche le tisane  calde da
sorseggiare durante la giornata. Le migliori contengono thè verde,
gelsomino, zenzero, pepe, cannella. In particolare una tisana a base di zenzero in polvere da bere calda durante la giornata è ottima per stroncare o comunque ridurre i sintomi del raffreddore. Importante è prenderla ai primi sintomi.Queste erbe, oltre ad essere
stimolanti del metabolismo, forniscono minerali e altre sostanze utili
al surrene per produrre l’adrenalina, che è l’ormone più
importante per combattere il freddo.

In
tale ottica vanno evitate tutte le situazioni eccessivamente stressanti,
che scaricano il surrene. Questa è una regola di vita che è sempre
bene rispettare.

Anche
il tipo di vestiario è importante: vanno evitati i tessuti sintetici,
come il pail, che, nonostante le rassicurazioni dei commercianti, non
traspira. La lana resta il miglior tessuto, che tiene il calore molto
bene. Anche la viscosa sembra adatta agli indumenti intimi.

Lo
stesso discorso vale per le scarpe con la suola di gomma, che vanno
usate solo in giornate umide, per favorire la messa a terra delle
cariche elettrostatiche.

Per ultimo un consiglio: ai primi brividi di freddo entrate in un locale e bevete immediatamente una tisana o dell'acqua calda. In molti casi vi eviterà un'infreddatura. E
finalmente, con questi adeguati accorgimenti, godiamoci il freddo.

 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online