Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Nuovo test salva prostata

Versione stampabile Segnala ad un amico

Un semplice esame delle urine (PCA-3) fa avere ancora più informazioni sulla tua ghiandola. Per cure ancora più mirate PCA-3 (Prostate Cancer Antigen 3): è questo il nome del test ora disponibile anche in Italia, che aiuta l’urologo a distinguere il tumore prostatico da patologie benigne quali l’ipertrofia prostatica (ingrossamento della ghiandola) o le prostatiti (infiammazioni della prostata). “Il PCA-3 è una proteina che può essere misurata tramite un semplice esame delle urine: quando i suoi livelli sono eccessivi, nel 95% dei casi ci si trova di fronte a un cancro alla prostata”, spiega il professor Vincenzo Mirone, presidente della Società italiana di Urologia. “L’esame viene eseguito su urine raccolte in seguito a esplorazione rettale e fornisce informazioni aggiuntive che il PSA, il marcatore più noto per questo tipo di diagnosi, non può dare. Ad esempio, al di sopra di certi valori può segnalare il rischio di una forma localmente avanzata del tumore con superamento della capsula prostatica: in alcuni casi, è utile quindi anche per prevedere l’aggressività del tumore, la cui presenza va poi comunque sempre confermata con una biopsia, cioè con il prelievo di tessuto dalla ghiandola”.

La prevenzione

Gli specialisti lo ripetono fino allo sfinimento: nella lotta ai tumori la prevenzione e le diagnosi tempestive possono davvero salvare la vita. “Nel caso del cancro alla prostata è fondamentale una visita urologica annuale e, dopo i 45 anni, un prelievo di sangue ogni 12 mesi circa per tenere sotto controllo i valori del PSA”, raccomanda sempre il professor Mirone. “Sarà poi lo specialista, caso per caso, a valutare l’opportunità di eseguire anche il nuovo test”.

I segnali d’allarme

Per favorire la diagnosi precoce, cioè individuare un tumore o qualsiasi altro problema alla prostata quando è ancora al suo stadio iniziale e quindi curabile con maggiori probabilità di successo, è poi importante non sottovalutare determinati segnali d’allarme. In particolare, è opportuno sottoporti a una visita urologica se…

• 01. Ti alzi sempre più spesso la notte per urinare.

• 02. Provi bruciore durante la minzione.

• 03. Osservi la presenza di sangue nel liquido seminale.

• 04. Osservi la presenza di sangue nelle urine.

• 05. Ti capita di perdere urine involontariamente.

• 06. Ti capita di avere difficoltà a ottenere e/o mantenere l’erezione.

• 07. Noti la presenza di tumefazioni testicolari o scrotali.

Leggi anche…

Prostata: come funziona

I cibi salva-prostata

Piacere salva-prostata

6 motivi per fare sesso

La prevenzione a 40 anni

Rispondi ai colpi bassi

6 MOTIVI PER FARE SESSO

Il primo lo conosci anche tu. Eccotene però altri 5 che non ti aspetti. E che hanno a che fare con la tua salute

2. Tonifichi il cuore

Un articolo apparso sul Journal of Epidemiology and Community Health dimostra che facendolo almeno ogni 3 o 4 giorni si possono dimezzare i rischi di infarto. Durante il rapporto sessuale, infatti, il cuore arriva a pompare per 145 volte al minuto: insomma, il sesso allena il sistema circolatorio come qualsiasi altra regolare pratica sportiva.

3. Combatti i dolori

Un articolo pubblicato dal Bulletin of Experimental Biology and Medicine assicura che con l’orgasmo il corpo quintuplica la produzione di ossitocina, un ormone che aiuta la produzione di endorfine, i nostri antidolorifici naturali persino più potenti dei farmaci.

4. Riduci lo stress

Per combattere la tensione uno studio scozzese, riportato dalla rivista Biological Psychology, consiglia le scorpacciate di sesso. Tanto più che fare l’amore non serve solo a “tamponare” l’ansia mentre sei tra le lenzuola, ma ha effetti a lungo termine: fra le coppie osservate nella ricerca, infatti, quelle che se la sono spassata di più a letto hanno dimostrato nel tempo di avere reazioni allo stress molto migliori delle coppie sessualmente meno attive.

5. Proteggi la prostata

Una ricerca del Cancer Council Victoria di Melbourne (Australia) sostiene che un’intensa vita sessuale protegge la prostata dai rischi di tumore: le eiaculazioni frequenti, infatti, agiscono come un efficace sistema di pulizia,“lavando via” gran parte delle sostanze che potrebbero danneggiare la ghiandola maschile. Per ridurre il rischio addirittura del 65% sono sufficienti cinque performance “hot” alla settimana.

6. Neutralizzi i virus

Alla Wilkes University (Usa), un gruppo di ricercatori americani guidato dal professor Carl Charnetski ha scoperto che una sana e regolare attività sessuale fa innalzare i livelli di immunoglobulina A, uno degli anticorpi più importanti del tuo sistema immunitario. Si raccomanda di attenersi alle “dosi minime consigliate”: mai meno di 2-3 rapporti la settimana.

CIBI SALVA-PROSTATA

Gli alimenti da preferire per rafforzare il guscio della tua preziosissima “noce” e prevenire fastidiosi disturbi

Aglio e cipolle

Un articolo pubblicato dalla rivista Urology riporta che mangiare 4 cipolle ogni 7 giorni ti aiuta a ridurre i rischi di ingrossamento della prostata (iperplasia prostatica benigna) del 59%. Puoi potenziarne l’effetto mischiandole con l’aglio, crudo e schiacciato, che tra l’altro fa bene anche al cuore.

Broccoli

Consuma 400 grammi alla settimana di questi vegetali e, grazie al loro contenuto di indoli, terrai a bada i rischi di disturbi a questa ghiandola. Meglio ancora se li consumi crudi, perché la cottura altera il contenuto degli indoli.

Pomodori

E’ stato dimostrato che il licopene presente in essi abbatte drasticamente i rischi di sviluppare problemi alla prostata. E tieni conto che il concentrato di pomodoro e il ketchup ne contengono ancora di più.

Tè verde

Bevine 5 tazze al giorno e, assicura l’American Journal of Epidemiology, i suoi antiossidanti (le catechine) ridurranno i rischi per la prostata del 48%.

Tonno, acciughe e merluzzo

Sono tutti pesci particolarmente ricchi di selenio. Ed è stato appurato dai ricercatori che la carenza di questo minerale rende la prostata più vulnerabile.

PIACERE SALVA PROSTATA

Prenditi cura della tua prostata senza stress. Basta mangiare del buon cibo, startene comodo e fare molto… sesso

Fai più sesso

Nel 2004, il National Cancer Institute di Washington, negli Stati Uniti, fece un’indagine su 30.000 uomini di mezza età, scoprendo che in quelli che avevano in media 21 eiaculazioni al mese il rischio di cancro della prostata era del 33% inferiore rispetto a chi aveva 4-7 eiaculazioni al mese.

Sdraiati in spiaggia

È già ben noto che l’organismo produce vitamina D quando viene esposto alla luce del sole, ma ora gli scienziati sostengono che la prostata la usa per produrre una sua forma particolare di vitamina, in grado di inibire la crescita delle cellule cancerose. Uno studio su 3.414 uomini condotto alla Wake Forest University ha confermato che quelli che vivono in zone più soleggiate hanno un rischio di cancro della prostata del 32% inferiore ai loro fratelli più settentrionali.

Mangia il sugo di pomodoro

Un’analisi retrospettiva di 21 studi pubblicata su The Journal of Nutrition ha evidenziato che gli uomini che mangiano 2-4 porzioni di pomodori crudi alla settimana riducono del 26% il rischio di cancro della prostata. Altri studi dimostrano che i pomodori cotti contengono una quantità ancora maggiore del potente antiossidante licopene rispetto ai pomodori crudi.

Bevi vino rosso

Nel gennaio scorso, uno studio del Fred Hutchinson Cancer Research Center, di Seattle, ha suggerito che bere un bicchiere di vino rosso al giorno può dimezzare il rischio di cancro: il vino è ricco di resveratrolo, un antiossidante presente nella buccia dell’uva, in grado di inibire la crescita del cancro della prostata.

Lhttp://spacepress.wordpress.com/2010/01/14/novita-e-consigli-per-chi-soffre-di-prostata/


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online