Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Tumori I nuovi rilevatori negli aeroporti a rischi cancro

Versione stampabile Segnala ad un amico

Le scansioni non sarebbero innocue
Gli americani non si danno pace e ritornano a tuonare contro i body scanner negli aeroporti.
Secondo gli esperti dell’Università della California, infatti, le scansioni su tutto il corpo per mezzo delle radiazioni possono aumentare il rischio di sviluppare il cancro.
Il dottor David Agard, biochimico presso l’Università della California a San Francisco (Usa), lancia un avvertimento: le scansioni complete del corpo fatte dai body scanner aeroportuali possono aumentare il rischio di cancro alla pelle, in particolare nei soggetti più sensibili come, per esempio, i bambini.
Perché a essere colpita in particolare sia proprio la pelle, gli scienziati americani lo spiegano asserendo che a differenza di altri tipi di scanner, le radiazioni emesse dai body scanner sono a bassa energia; questo significa che la maggior parte di questa si concentra sulla pelle e il tessuto sottostante.
Tutto ciò non sarebbe un problema se le radiazioni fossero distribuite su tutto il corpo diluendosi in qualche modo, ma la concentrazione a livello epidermico ne fa un potenziale elevato pericolo.
«Le radiazioni ionizzanti come i raggi X utilizzati in questi scanner sono in grado di indurre un danno cromosomico, che può condurre al cancro», ha commentato il dottor Agard.
Altro motivo di preoccupazione per gli scienziati sono gli eventuali difetti dei dispositivi, sia a livello meccanico che software, per cui possono sottoporre le persone a radiazioni incontrollate e in dosi maggiori, aumentando di fatto il rischio per la pelle. Allo stesso modo queste radiazioni potrebbero concentrarsi in un solo punto della pelle, concludono gli scienziati.
(lm&sdp)
lastampa.it


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online