Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia - Mal di schiena e batteri

Versione stampabile Segnala ad un amico


La scoperta che dei batteri possono causare la
lombalgia getta un ponte tra Medicina Ufficiale  e Medicine Complementari..  

di
Luciano Rizzo

E’
appena comparsa sui giornali una notizia scientifica importante. Le sue
implicazioni gettano un solido ponte tra le ricerche “ufficiali” e
le teorie delle Medicine Non convenzionali (MNC).

In
Inghilterra, all’University Hospital di Birmingham, il dottor Tom
Elliott, docente di microbiologia all’ospedale di Birmingham, ha
scoperto che la sciatica potrebbe essere causata da un batterio, lo
stesso che genera l’acne, il Propionibacterium acnese. E’un batterio
che ha già un ruolo conosciuto nell’insorgere di infezioni: per
esempio quelle provocate dalla inserzione di cateteri o da interventi
per l’innesto di protesi nell’anca.

Riferisce
il microbiologo:“E’ la prima volta che si parla di infezione a
proposito del mal di schiena, ma ricordatevi quanti interventi
chirurgici allo stomaco abbiamo fatto, prima di accorgerci che la causa
dell’ulcera era un batterio, l’Helicobacter pylori, che si può
sconfiggere con gli antibiotici”.

La
nuova teoria “batterica” è stata formulata nel corso di analisi del
sangue capaci di cogliere i segni anche di infezioni di basso livello,
di solito non percepibili. “Ci siamo accorti che la maggior parte dei
sofferenti di sciatica mostrava anche segni di infezioni batteriche
profonde, quasi nascoste”, spiega Elliott. “Anche se nessuno di
questi pazienti aveva mostrato evidenti segni di infezioni negli ultimi
sei mesi”.


E
poi continua: “Fino ad oggi è sempre stato difficile diagnosticare
l’infezione anche perché le colture di laboratorio hanno in genere
una durata media di 48 o 72 ore, dopo di che sono distrutte. Invece il
Propionibacterium acnes cresce lentamente, e impiega anche una settimana
a svilupparsi”.


Quando
l’equipe di Elliott ha approfondito le analisi è emerso che nel
sangue dei soggetti era presente proprio il Propionibacterium acnes,
quello che avvia l’acne. In genere la sua presenza in un individuo
sano non desta preoccupazioni: ma secondo i ricercatori inglesi è
possibile che piccoli traumi ai dischi intervertebrali provochino
microlesioni che, per il batterio, sarebbero la sede ideale di sviluppo.
Si creerebbero a questo punto focolai di infezione nascosti che
porterebbero a infiammazioni successive e, dunque, ai dolori diffusi al
nervo sciatico.

Ma
quali i punti di contatto con le MNC? 


In
primis si afferma che il sangue è sede di replicazione di
microrganismi, patogeni e saprofiti. Ben se ne era accorto Enderlain
agli inizi del ‘900 con un semplice microscopio a campo oscuro. Le
sue teorie, e quelle di altri ricercatori che erano giunti alle medesime
conclusioni, non sono mai state accettate dalla medicina ufficiale.
Invece
hanno dato il via ad una serie di prodotti omeopatici di grande
successo. 


Come
secondo punto è evidente che le infezioni possono rimanere allo stato
latente per mesi ed anni e che possono fissarsi in qualsiasi tessuto.
Soprattutto è importante che sia stato riconosciuto che possono fissarsi
nei tessuti connettivo e legamentoso. Questi sono i principi cardine
dell’Omotossicologia. Secondo quest'ultima le tossine e i residui delle infezioni
si fissano nel Mesenchima. Qui migrano
da un tessuto all’altro e possono rimanere allo stato subclinico anche
per decenni, dando quadri sintomatologici sfumati, ma cronici. 


Inoltre
si afferma il principio che i batteri si fissano nelle zone infiammate.
Non sono quindi loro a causare il problema ma trovano un terreno fertile
in cui replicarsi. Come sempre non si fermano dove tutto scorre, ma dove
c'è ristagno. Avviene lo stesso con l’Helicobacter dell’ulcera
gastrica: non attecchisce in una persona che
mangia, vive e pensa secondo uno stile di vita sano.

Viene
poi evidenziato il ruolo della pelle, organo emuntore nella pulizia
delle tossine prodotte dal corpo: il Propionibacterium acnese non è più
un semplice microorganismo della cute, ma si riproduce in altre parti
del corpo che sono infiammate (e quindi sono per lui terreno fertile).
Esso viene poi eliminato grazie ad un’infezione locale: il foruncolo.
Sono quindi del tutto inutili le creme al cortisone per l’acne e gli
eritemi: il problema sta da tutt’altra parte!

Un’altra
possibile spiegazione del mal di schiena viene dalla terapia viscerale.
I muscoli psoas, che sorreggono la colonna, sono contigui alle pareti
del colon. Questo organo è la sede più frequente di infiammazioni nel
corpo a causa della dieta errata (la colite affligge almeno il 50% del
mondo occidentale). Batteri, funghi e virus possono migraredall'intestino
attraverso
sangue e linfa e fissarsi in uno degli psoas, destra o sinistra a
seconda di  quale parte del
colon è infiammata. L’infiammazione
cronica del muscolo più importante per l’assetto della colonna dà
come risultato la lombalgia.

Infine
è noto a chi fa MNC che talvolta curando la pancia migliora anche la
schiena..

Assisteremo
nei prossimi anni a “riscoperte” ancora più interessanti. E’
fondamentale che vengano utilizzate per
chiarire aspetti sottovalutati delle MNC. http://www.telegraph.co.uk/news/main.jhtml?xml=/news/2001/07/15/nscia15.xml&sSheet=/news/2001/07/15/ixhomef.html

 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online