Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Patate fritte più sane

Versione stampabile Segnala ad un amico

Si possono ridurre gli effetti tossici delle patatine fritte

Buone notizie per gli amanti del junk food: una nuova ricerca apparsa su The Journal of the Science of Food and Agriculture dimostra che immergere preventivamente le patate in acqua riduce il livelli di acrilamide rilasciati durante la cottura.

L’acrilamide è una sostanza chimica che si sviluppa quando cibi ricchi di amido vengono sottoposti a cotture che richiedono alte temperature, come per esempio la frittura o la cottura alla griglia.

Secondo alcune ricerche l’acrilamide, presente in molti alimenti, avrebbe effetti dannosi sulla salute e potrebbe provocare il cancro. Rachel Burch del Leatherhead Food International si è accorta che un’operazione semplice come immergere nell’acqua le patate prima di friggerle riduce drammaticamente i livelli di questa sostanza arginandone gli effetti dannosi.

“Ci sono molti studi che valutano come ridurre l’acrilamide nel trattamento industriale del cibo, ma molto pochi sui cibi cucinati in casa,” spiega Burch. Secondo lo studio lasciare le patate in ammollo da mezzora a due ore riduce la quantità di acrilamide dal 23% al 48%, ma solo se poi vengono cucinate in modo da non risultate troppo “scure”.

6 marzo 2008 Federica Sgorbissa
ulisse.sissa.it


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online