Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Pagare le tasse fa bene

Versione stampabile Segnala ad un amico

Solo se i soldi sono spesi bene..
Per fortuna a scriverlo è Science, altrimenti sarebbe dura da credere. Eppure è così: un gruppo di scienziati dell'Università dell'Oregon ha scoperto che – almeno negli Stati Uniti – pagare le tasse e fare della beneficenza provoca un piacere paragonabile a quello che si prova nel placare i morsi della fame con una torta al cioccolato. I tre studiosi – uno psicologo cognitivo e due economisti – hanno chiesto a 19 donne di sottoporsi all'esperimento in cambio di 100 dollari. Stese su un lettino, collegate all'apparecchio per la risonanza magnetica funzionale, le donne dovevano controllare sul monitor del computer il trasferimento di una parte dei loro fondi ad una locale organizzazione di volontariato. In un primo caso si trattava di una attività obbligatoria, come del resto è il pagamento delle tasse, in un secondo caso, invece, le signore avevano la facoltà di scegliere se inviare o no dell'ulteriore denaro, indicando anche l'ammontare prescelto. Grazie alle tecniche di imaging, i ricercatori hanno scoperto che ad attivarsi, al momento del bonifico, erano due aree cerebrali, il nucleo caudato e il nucleo accumbens, le stesse che si accendono quando viene soddisfatto un bisogno primordiale, come il mangiare o l'avere rapporti sociali. Le due aree risultavano ancora più attive quando le signore decidevano di donare liberamente una parte del loro denaro all'organizzazione benefica. “Ma la sorpresa è stata osservare che anche quando il pagamento è obbligatorio, le due aree sono attive”, dice uno degli autori, William T. Harbaugh, professore di Economia e membro del National Bureau of Economic Research a Cambridge, Massachusetts. “Guardando nel cervello delle persone, abbiamo letteralmente visualizzato quello che molta gente sostiene: pagare le tasse non è pesante, purché i soldi siano spesi bene per la comunità”, continuano i tre. Naturalmente lo studio lascia aperti ancora molti interrogativi, che saranno oggetto di prossime ricerche. Per esempio: se l'ammontare della tassa non fosse considerato equo, il cervello agirebbe nello stesso modo? E se i soldi fossero destinati a un ente non credibile? Infine, con queste tecniche di imaging, dicono i ricercatori, è anche possibile predire con una certa precisione quali persone sono più propense a pagare le tasse e quali invece si configurano come possibili evasori. Ma è escluso che il governo americano possa scannerizzare il cervello dei suoi milioni di contribuenti. (e.m.)


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online