Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Cockail ipercalorici

Versione stampabile Segnala ad un amico

Hanno più calorie di un Big Mac

C’è un sottile nemico che minaccia ogni dieta e sforzo per mantenere la linea: gli alcolici in generale e i cocktail in particolare . È comune vedere nei pub giovani donne che prendono “solo” un drink e si fanno servire una Pina Colada da 500 calorie circa. L’idea del “bevo soltanto senza mangiare ed evito anche la birra” (che viene associata alle pingui pance degli assidui bevitori tedeschi e irlandesi) è uno stereotipo che pesa sulla bilancia.

Pensare che un Vodka Lemon o un Margarita non incidano più di tanto nel bilancio calorico è una pia illusione che spesso vanifica gli sforzi fatti in palestra e i quotidiani pranzi a base di verdura cruda scondita. Il peggiore di tutti è quello dal nome più innocuo, il Long Island Ice Tea: si pensa di ordinare una specie di tè freddo e invece ci si sta preparando a ingerire una bomba da circa 780 calorie.

Questo non significa che bisogna bandire per sempre i cocktail dalla propria vita, ma solo che, come per tutte le cose, ci vuole una certa moderazione. Un drink ogni tanto non condanna all’obesità perenne, soprattutto se normalmente si segue un’alimentazione equilibrata e si pratica un’attività fisica regolare. Oltretutto ci sono delle valide alternative che, anche se non ipocaloriche, comunque incidono meno sulla bilancia.

Un bicchiere di vino bianco, gratificante e raffinato, si ferma intorno alle 100 calorie, un martini al melone o anche un martini dry si aggirano tra le 125 e le 150 calorie. Oppure ci si può rivolgere ai liquori "lisci", i quali vengono serviti in quantità ridotte e senza ingredienti in aggiunta che forniscono quel surplus inutile. Un succo di frutta nel drink aggiunge minimo 56 calorie, la coca cola che si trova nel Cuba Libre ne aggiunge almeno 105.

Basta poco per trasformarsi in consumatori attenti e più in forma, senza rinunciare ogni tanto al proprio cocktail preferito. Riuscendo sia a fare bella figura, un bicchiere di porto bianco vi farà sembrare un vero intenditore, sia a risparmiare: i cocktail sono spesso la voce più cara del menù, un paio a sera è come andare a cena fuori quattro volte alla settimana!

Fonte: The ten most fatting cocktails Forbes Dicembre 2006.
caterina visco
il pensiero scientifico editore


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online