Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Sessualità Come utilizzare al meglio la propria energia sessuale

Versione stampabile Segnala ad un amico


Nessuno a scuola ci ha insegnato come gestire
al meglio la propria sessualità. Forse sarebbe stato meglio che imparare date a
memoria?

Articolo di Edi Pizzi

Una
grande parte della nostra energia sessuale viene sprecata.

Ciò
avviene per gli uomini attraverso l'eiaculazione, per le donne
attraverso le mestruazioni. È necessario apprendere come riequilibrare
questo spreco e riciclare questa energia prima di poter iniziare a
controllare e a dirigere la nostra energia sessuale.

È
incredibile come questa società continua a ritenere naturale la
spossatezza energetica alla quale l'uomo va incontro ogniqualvolta, dopo
eiaculato, il suo organismo si predispone a ricreare nuovo seme, nuova
essenza di vita, destinata a creare la vita, ma troppo spesso sprecata
in una nuova eiaculazione erroneamente associata all'orgasmo.

È
indispensabile a questo punto chiarire che eiaculazione ed orgasmo sono
due funzioni ben distinte, ma soprattutto divisibili. E' grazie a questa
possibile separazione che l'uomo  può
espandere il piacere a tutto il corpo, ampliare le sensazioni e la
durata dell'orgasmo, senza alcuna perdita di energia.

Nella
filosofia cinese, il femminile è associato all'acqua, ed il maschile al
fuoco. Un uomo, quando non è "in fiamme", o sta cercando di accendere un
fuoco o è  intento a placarne uno già acceso! Per questo è molto
importante imparare come controllare il proprio fuoco, e perché non
usare anche l'acqua per questo?

Quando
gli uomini imparano come controllare la loro eiaculazione, sviluppano ed
espandono le qualità maschili, ma cosa molto importante, entrano in
contatto con quelle capacità e qualità femminili che già sono in
loro.

Per
la donna la sua grande perdita di energia vitale avviene quando il suo
organismo si predispone a ricreare le sostanze da destinare ad una nuova
maternità, dopo che, circa ogni 28 giorni, il suo corpo espelle le
sostanze inutilizzate della precedente maternità mancata.

E
così comincia il solito blues mestruale con accompagnamento di crampi,
alti e bassi emozionali, sensazione di essere senza energia, e la
conseguente stanchezza. E di nuovo tutto questo viene considerato
naturale!

Spesso
le donne identificano la loro femminilità con le mestruazioni, così
come erroneamente, troppo spesso considerano la sofferenza naturale ed
inevitabile! E perché alterare ciò che riteniamo naturale e femminile?

Semplice:
per riprendersi quel terzo di energie che buttavamo inconsapevolmente
via, e ridirigerla in ciò che più desideriamo, per il beneficio del
corpo, della mente e dello spirito. Per conseguire tutti quegli
obiettivi che abbiamo nella vita e che disperiamo di poter realizzare,
per costruire ciò che è veramente importante per noi.

Se
avessimo nel nostro conto in banca un terzo in più, non dei nostri
risparmi, ma di tutte le nostre entrate che abbiamo avuto in tutta la
nostra vita, sicuramente non ci chiederemmo se questo è o no naturale,
e sapremo molto bene come usarlo! Avere a disposizione un terzo in più
di tutta l' energia vitale che abbiamo avuto durante tutta la nostra
vita vuol dire sicuramente vivere meglio.

Prendere
pillole per fermare l'ovulazione non è né naturale né sufficiente.

Così
come non è sufficiente bloccare l'eiaculazione ad esempio con la
vasectomia o altro. Tutto questo significa solamente non assumere una
reale responsabilità per la nostra vita.

Un
comportamento realmente responsabile richiede di imparare a dirigere la
nostra energia sessuale, attivandole, mettendola in circolazione,
riunendola, conservandola per poi riciclarla.

È
possibile fare questo con un massimo di rispetto e di consapevolezza,
cioè senza introdurre nel corpo sostanze chimiche e senza fare uso di
una chirurgia aggressiva. Usando soltanto esercizi e movimenti fisici.

Esercizi
fisici molto dolci derivati dalla antica cultura cinese, che hanno la
capacità di nutrirci, unificando corpo, mente e spirito, facendoci fare
in modo facile una grande crescita.

Esercizi
facili che consentono per esempio agli uomini un enorme controllo della
eiaculazione, una prostata più forte e più sana che assicura una vita
sessuale più lunga e più appagante, un notevole incremento della
chiarezza mentale, ed una notevole apertura verso lo spirituale.

Per
le donne invece, il risultato di questi esercizi e della completa presa
di responsabilità delle proprie mestruazioni, è il risveglio della
forza morale, il riequilibrarsi degli sbalzi emozionali, la scomparsa di
crampi e dolori, la riduzione della quantità e della durata del flusso,
ed un notevole incremento di energia. Il tutto accompagnato alla sensazione di
sentirsi finalmente padrona di sé e del proprio corpo e responsabile
della propria salute, smettendo di sentirsi una vittima.

Se
una donna sta entrando, o è già in menopausa (la maturità della vita,
un periodo che può essere ricco e soddisfacente), riscontrerà un
beneficio immediato conseguente al riequilibrarsi della produzione
ormonale in una forma naturale che elimina rapidamente quei disturbi che
spesso accompagnano questa transizione.

La
pubertà, con l'arrivo delle mestruazioni, la giovinezza con i suoi
ormoni prorompenti, la maternità con la sua esperienza sensuale e
sessuale, e la maturità con la paura di non essere più una donna
sessualmente desiderabile ed attiva, sono fasi di una sola crescita che
richiedono ad una donna una sempre più profonda relazione di fiducia
con il proprio corpo.

Quando
si alterano volontariamente e naturalmente le funzioni del proprio
corpo, cancellando abitudini che si consideravano congenite, il nostro
essere sperimenta una grande espansione e l'opinione di noi stessi
subisce un profondo cambiamento. È come se ci vedessimo all'improvviso
con gli occhi della verità, vediamo finalmente il nostro essere nella
sua completezza.

 E
così la capacità di amare noi stessi cresce e si traduce in un
incremento di salute del corpo, e in un riconoscimento dello splendore
del proprio spirito.

Ed
è solo allora che non temendo più l'intimità si diviene l'amante che
si sognava di essere.

Cosa
dire a quegli uomini che dicono di poter eiaculare quanto vogliono
sentendosi benissimo, e a quelle donne che dicono di non soffrire con le
mestruazioni, ma che al contrario queste confermano la loro femminilità?

Vi
piacerebbe sentirvi ancora meglio? Ancora più realizzati? Con una
maggiore quantità di energia? Godere ancora di più del sesso? Vi
piacerebbe unire la vostra sessualità con la vostra spiritualità? 
Proprio questi sono gli obiettivi nell'insegnare queste pratiche.

Avete
mai notato come gli appetiti del corpo possono crearvi dei problemi?

È
facile osservarlo per esempio quando digiuniamo, o quando eccediamo nel
mangiare, oppure quando seguiamo una dieta squilibrata. Il cibo è una
delle forme più semplici per acquisire energia. Non possiamo continuare
a lungo ad alimentarci insufficientemente, senza obbligare il corpo ad
attingere alle proprie riserve di energia vitale per riequilibrare il
nostro comportamento.

Questo
è proprio ciò che accade quando facciamo un cattivo uso della energia
sessuale.

Se
vogliamo vivere questa vita felicemente, in maniera più sana e più a
lungo, allora gli appetiti devono essere amministrati dallo spirito e
dalla mente, con conoscenza e rispetto verso il proprio corpo. Ci si può
quindi lasciar guidare dai genitali, e dalle funzioni del nostro corpo
se ne riconosciamo l'innata saggezza, e decidiamo di controllare e
dirigere l' energia sessuale verso la crescita e la propria felicità,
divenendo saggi artefici di una vita più sana e più felice.

Le
tecniche tantriche rappresentano un primo fondamentale passo, e si
apprendono molto facilmente. Alcune di queste come l'esercizio del
Daino, il sorriso interiore, i sei suoni che guariscono, sono stati per
secoli segreti riservati solo ad una piccolissima elite di potenti. Oggi
siamo veramente fortunati che Maestri viventi come Jolan Chang, il dott.
Stephen Chang, Mantak e Maneewan Chia, insegnino e pubblichino in tutto
il mondo occidentale queste tecniche. Ma questi antichi segreti possono
restare solo un moderno patrimonio intellettuale se se ne legge o
discute soltanto.

I
risultati concreti si vedono, ma soprattutto si comprendono, nella loro
reale importanza solo attraverso la pratica.

Queste
tecniche non richiedono fedeltà ad un maestro o lealtà ad una
religione né tantomeno ad una setta, bensì la consapevolezza e la
decisione fondamentale dell'individuo, di prendere una maggiore
responsabilità per la propria salute, per la propria felicità, e per
la propria crescita spirituale. Richiedono la decisione di prendere in
mano le redini della propria vita e di perseguire i propri valori.



 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online