Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione La prima colazione: un 'optional' per 2 italiani su 10

Versione stampabile Segnala ad un amico

Nell'articolo viene difesa, ma non è indispensabile come sembra. Scoprite perchè sul libro "La dieta Top Energy"
La prima colazione? Un vero e proprio 'optional' per almeno due italiani su dieci. Che rischiano non solo di 'attaccarsi' a spuntini poco sani in orari ancor meno probabili, ma soprattutto di trasmettere questa cattiva abitudine ai propri figli, più 'vulnerabili' nei confronti di stili alimentari sbagliati e potenzialmente dannosi per la salute. A sottolinearlo è Carlo Cannella, docente di Scienze dell'alimentazione all'università 'La Sapienza' di Roma, intervenuto al convegno 'Mangiare bene per vivere meglio' organizzato oggi a Roma da Somedia e 'Repubblica Salute'. Un dato, quello rivelato all'ADNKRONOS SALUTE da Cannella, che sembra 'abbassare i toni' delle statistiche di un'indagine Format presentate nel corso dell'incontro: si parla di un buon 55% di cittadini convinti che il pasto più importante della giornata sia proprio quello della mattina. Eppure, un gran numero di italiani è abituato a passare dal letto all'auto in men che non si dica. Senza particolari rischi in termini di salute secondo l'esperto, convinto piuttosto che ''il pericolo maggiore sia quello di privare i più piccoli della tradizione, della convivialità e della socialità che caratterizzano il gesto di fare colazione tutti insieme. L'uomo - spiega Cannella - è certamente in grado di compensare la scarsità di cibo introdotto nelle prime ore del giorno, quindi non va incontro a particolari patologie o disturbi se salta il primo pasto della giornata. Ma il rischio è quello di rifugiarsi in cornetti, merendine ed altri 'espedienti' a metà mattina o a ridosso del pranzo'', scombussolando il ritmo del nostro corpo e introducendo calorie senza criterio. ''I bambini, invece - conclude il nutrizionista - se non fanno colazione diventano capricciosi, e se si passa di fronte a un fornaio vogliono la pizza o il dolcetto...e i genitori di solito li assecondano''.

adnkronos salute


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online