Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Il cranio? Non solo una 'scatola' per il cervello

Versione stampabile Segnala ad un amico

Ecco perchè è così utile la terapia craniosacrale

Altro che una semplice 'confezione' per proteggere la cosa più preziosa dell'organismo umano, cioè il cervello. La scatola cranica non è solo un involucro protettivo, ma qualcosa di intimamente legato alla massa cerebrale. ''Dunque non si tratta solo di un packaging ben riuscito''. A nobilitare le ossa che compongono il teschio sono biologi, antropologi, medici e esperti di computer Usa che, tutti insieme, hanno studiato ''il profondo legame tra cervello umano e scatola cranica''. La ricerca, che ha visto la collaborazione della Johns Hopkins University di Baltimora, dell'ateneo di Washington, del Medical Center di Sant Louis e dell'università del Missouri, è pubblicata sul 'Journal of Experimental Zoology: Molecular and Development Evolution'. In pratica, afferma l'equipe di scienziati, massa cerebrale e ossa della testa si sono evolute, dagli albori della storia dell'uomo sino a oggi, simultaneamente e lungo una stessa direzione. Per poter stabilire questa relazione diretta, si è osservata attraverso la risonanza magnetica e la tomografia computerizzata la testa di bambini affetti da craniosinostosi, cioè la fusione prematura di una o più suture craniche, che può determinare un'alterazione della forma della testa. Una patologia che oggi richiede un intervento tempestivo sui neonati, per 'riaprire' le fessure tra le ossa e consentirne il normale sviluppo fino alla naturale saldatura. Dopo aver ricostruito, per la prima volta, una 'mappa' in 3D di cervello e scatola cranica, i ricercatori hanno avanzato una tesi. ''Nel corso della storia - ipotizzano - la craniosinostosi, che oggi è vista come una anomalia, è servita per fondere alcune ossa della testa e ridurne quindi il numero. Un espediente che è servito per cambiare letteralmente volto alla specie umana, per adattarsi alle modificazione del cervello e per rendere più compatta la scatola cranica''.

adnsalute


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online