Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Osteoporosi, frutta e verdura nuova arma per adolescenti e anziane

Versione stampabile Segnala ad un amico

Proteggono dall'acidità delle proteine che consuma il calcio

Negli adolescenti e nelle donne 'mature', le più colpite dal rischio di osteoporosi, raddoppiare la quantità di frutta e verdura consumata accrescerebbe del 5% il contenuto minerale osseo. E' quanto emerge dalla ricerca condotta da Susan A. Lanham-New del Centre for nutrition food safety dell'University of Surrey di Guildford (Regno Unito), pubblicata sull''American Journal of Clinical Nutrition' e riferita dalla Coldiretti in una nota. Lo studio - ricorda il comunicato - ha verificato il legame tra il consumo di frutta e verdura e lo stato di salute ossea, con riferimento ai contenuti minerali in diversi gruppi anagrafici composti da 212 adolescenti (16-18 anni), 90 giovani donne (23-37 anni) e 134 persone di età matura o anziani (60-83 anni). Negli adolescenti e nelle persone anziane - continua la Coldiretti - è stato riscontrato che frutta e verdura possono avere un effetto positivo sul contenuto di minerali delle ossa, specialmente per la colonna vertebrale e il femore. E anche se il meccanismo va accertato, il contenuto in vitamina C di altri antiossidanti specifici dell'ortofrutta sembrano avere un effetto positivo. Gli autori dello studio - prosegue l'associazione - ritengono che si tratti di risultati che devono spingere a incentivare i consumi di frutta e verdura soprattutto nei giovani, fra cui sono particolarmente bassi, ma anche nelle persone di età più avanzata. Nell'Unione europea - conclude la Coldiretti - almeno il 40% delle donne e il 13% degli uomini, superati i 50 anni, subisce infatti una frattura causata dalla fragilità ossea.
adnsalute 2006


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online