Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Come passa il tempo?

Versione stampabile Segnala ad un amico

Scoperto perché il tempo vola quando ci si diverte
Scoperto perche' il tempo vola quando ci si diverte, mentre quando ci si annoia non sembra passare mai. A dare la prova scientifica di un fenomeno ben noto a tutti, e' una ricerca francese del Laboratoire de Neurobiologie de la Cognition di Marsiglia, pubblicata sulla rivista 'Science'. I ricercatori d'oltralpe hanno scoperto che l'attivita' cerebrale e' influenzata dal livello di attenzione che si presta a un argomento. Concentrarsi sul passare del tempo - come inevitabilmente accade quando ci si annoia - fa 'scattare' un meccanismo cerebrale che fa davvero sembrare piu' lente le lancette dell'orologio. Nella ricerca, i neurologi francesi hanno studiato, grazie alla risonanza magnetica, l'attivita' cerebrale di 12 volontari impegnati in diverse attivita'. In un caso veniva chiesto loro di concentrarsi solo sulla durata della proiezione di un'immagine, in un altro di fare attenzione solo ai colori e, infine, di imprimersi nella mente entrambi gli elementi. Dall'analisi della risonanza e' emerso che un particolare network cerebrale, chiamato sistema cortico-striatale, si attiva proprio quando i volontari si concentrano solo sul passare del tempo. I ricercatori spiegano che, se il cervello e' impegnato da piu' stimoli, deve ottimizzare le sue risorse e percio' fa meno caso all'orologio. Insomma, quando ci divertiamo il tempo passa senza che ce ne rendiamo conto. Al contrario, se siamo meno bersagliati da stimoli esterni, il cervello concentra tutta le energie a monitorare il tempo che passa. E a sorpresa, anche se ci annoiamo, in questo caso siamo piu' precisi nel percepire il la realta': piu' i volontari erano concentrati sulla durata di minuti e secondi, piu' era precisa la loro valutazione del tempo. Insomma, quando un attimo ci sembra un'eternita', forse e' perche' e' davvero trascorso tanto tempo.
Ansa


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online