Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia C’è meno luce, cadono i capelli

Versione stampabile Segnala ad un amico

In autunno è un fenomeno naturale.
L’autunno è la stagione delle castagne si diceva una volta, commentando il fastidioso aumento della caduta dei capelli. Il problema non risparmia nessuno, né uomini né donne: con il cambio di stagione la chiome cadono proprio come le foglie. La “perdita” può avere diverse sfumature: in alcuni casi è un fatto appena percettibile, in altri è decisamente importante. In ogni caso si tratta di un meccanismo biologico contro cui non servono rimedi e lozioni. La causa risiede nelle giornate che ormai si sono sensibilmente accorciate e nella minore quantità di luce che provoca una vera e propria muta, simile a quella del pelo degli animali.


L’esperto lo conferma: non si tratta di una leggenda metropolitana. Stefano Calvieri, direttore del dipartimento di Malattie cutanee e di chirurgia plastica all'università di Roma “La Sapienza” spiega: questo processo, "non dipende dal cambio di temperatura, come si credeva fino a qualche anno fa, ma dalla variazione delle ore di luce nell'arco della giornata. Un meccanismo complesso mediato dalla melatonina, ormone regolatore del ciclo luce-buio". Il problema riguarda sia gli uomini, sia le donne, vecchi e giovani: fino alla fine di novembre, così come tra marzo e aprile "si perde un 20-30% di capelli in più rispetto al resto dell'anno". L'unica differenza sostanziale tra uomini e animali, al momento della muta, è che "noi non ne facciamo mai una completa perché i follicoli piliferi del nostro cuoio capelluto non sono sincronizzati, cioè non crescono e muoiono tutti quanti insieme. Per questo, in condizioni normali, abbiamo sempre capelli in testa".

Purtroppo non ci sono rimedi: non esiste dieta o cura che tenga. Tutti i trattamenti che facciamo in questo periodo non servono ad arrestare il fastidioso processo. “Sarebbe come voler fermare l'autunno", aggiunge l’esperto. Dunque inutile affannarsi alla ricerca di shampo speciali, fialette o diete ad hoc. Soffre di più chi ha i capelli lunghi: per queste persone, infatti la caduta è più accentuata, perché a quella stagionale "si aggiunge ancora la tradizionale fragilità del capello lungo, che si spezza con maggiore facilità. In ogni caso, possiamo consolarci: non si tratta di perdite permanenti, ma solo di rinnovo dei nostri capelli: quelli che perdiamo, cioè, dovevano comunque cadere. In autunno, infatti, si verifica una maggiore sincronia tra i circa 100mila follicoli piliferi che abbiamo in testa. Niente paura, quindi, spiega ancora Calvieri, perché sotto ogni capello che cade ce n'é uno nuovo pronto a rimpiazzarlo. "Solo che per vedere la sua sostituzione serve un po' di tempo, perché i capelli crescono di 0,1-0,2 mm al giorno".


La caduta autunnale dei capelli è comunque l'unico effetto visibile sull'uomo del passaggio delle stagioni, una specie di retaggio del nostro passato che ci accomuna alle altre specie animali. L'importante è allora non drammatizzare la situazione e avere la pazienza di aspettare che la natura faccia il suo corso, senza cadere nella trappola di chi offre rimedi inutili.

A questo proposito, l'Aduc, l'associazione dei consumatori, mette in guardia anche dalle soluzioni vendute in farmacia: "Alcune di esse danno qualche risultato, ma non devono essere usate per lunghi periodi. Meglio dunque rivolgersi sempre a un dermatologo".

NDR: Il vero problema è che passiamo il 90% del tempo al chiuso..


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online