Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Tumori Un virus nel tumore del seno

Versione stampabile Segnala ad un amico

Il virus si fissa dove la circolazione linfatica rallenta e permette l'accumulo di tossine (NDR)


I risultati di uno studio pubblicato il 12 luglio sull'edizione online della rivista "Cancer" indicano che un virus potrebbe svolgere un ruolo nel tumore del seno. I ricercatori hanno scoperto che quasi tre quarti di un piccolo campione di pazienti tunisine con un tumore del seno mostrano la presenza di un virus simile a uno noto per provocare il tumore nei topi. Si tratta di una porzione quasi due volte maggiore di quella osservata negli Stati Uniti.
I virus svolgono un ruolo importante nello sviluppo di diversi tipi di tumore, per esempio il virus linfotropico umano delle cellule T nella leucemia delle cellule T nell'adulto, o l'herpes virus umano 8 (HHV8) nel sarcoma di Kaposi (KS). In questi virus oncogeni è stata notata anche una variabilità geografica: per esempio, KS e HHV8 sono meno diffusi negli Stati Uniti rispetto alle regioni del Mediterraneo e dell'Africa centrale.
Gli studi epidemiologici e i modelli animali suggeriscono che anche in alcuni tipi di tumori del seno potrebbe essere coinvolto un virus. Precedenti analisi di campioni di tessuti umani avevano rivelato in una grande percentuale di tumori del seno sequenze virali del virus del tumore della mammella dei topi (MMTV), ma non nei tessuti normali. Paul H. Levine e colleghi della George Washington University of Public Health and Health Services hanno confrontato 38 campioni di tumori provenienti da pazienti tunisine con campioni provenienti da altre nazioni, scoprendo che nei primi risultava positiva a una sequenza genetica specifica del MMTV una porzione significativamente più alta rispetto ai campioni di Nord America, Europa e Sud America. Mentre i campioni tunisini risultavano positivi nel 74 per cento dei casi, altri studi riportavano solo il 36 per cento di casi positivi per gli Stati Uniti, il 38 per cento per l'Italia, il 42 per cento per l'Australia e il 31 per cento per l'Argentina.

Paul H. Levine, Beatriz G-T Pogo, Afifa Klouj, Stephanie Coronel, Karen Woodson, Stella M. Melana, Nejib Mourali, James F. Holland, "Increasing Evidence for a Human Breast Carcinoma Virus with Geographic Differences", CANCER, pubblicato online: 12 luglio 2004 (DOI: 10.1002/cncr.20436); Versione cartacea: 15 agosto 2004.



 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online