Biospazio

- Lo Zerinol e suoi simili ritirati dal commercio?
Data: Domenica, 21 aprile @ 00:44:31
Argomento Farmaci



 

di Luciano
Rizzo

La commissione
sulla farmaco vigilanza ha accertato la pericolosità, e consigliato la
messa fuori commercio del farmaco Zerinol. Sembrerebbe che questo
medicinale favorisca l'insorgenza di ictus.  


La
fenilpropanolamina (Ppa) è un farmaco utilizzato in Italia come
decongestionante nasale
nel raffreddore. Uno studio della FDA, durato 5 anni, ha confermato un
incremento del rischio di stroke emorragico nei pazienti che utilizzano la
PPA, soprattutto nelle donne. In base questi dati tutti
i farmaci che contengono la fenylpropanolamina in Svizzera sono stati
richiamati(ad esempio Alka Seltzer).

Queste evidenze sono attualmente all’ attenzione dela
sottocommissione per la farmacovigilanza della Cuf
italiana, che ne ha accertato la pericolosità, e consigliato la
messa fuori commercio.


E’
prevedibile che si arrivi al loro ritiro, seguendo quanto raccomandato
dalla FDA nel novembre del 2000.


In
commercio in Italia esistono diverse specialità contenenti PPA,
acquistabili in farmacia senza ricetta medica (Zerinol, Actidue,
Temporinolo, Nasomixin, Triaminic).


Alcune
ditte hanno già provveduto autonomamente ad eliminare la
fenilpropanolamina dai loro prodotti (ad esempio Zerinol CM ®).
E' un pò come chiudere la stalla
dopo che i buoi sono scappati. Ma poi, la stalla è stata chiusa
veramente? Quante altre sostanze tossiche sconosciute ingeriamo con questi
prodotti?

Questo Articolo è stato scritto da Biospazio
http://www.biospazio.it/

La URL di questo articolo è:
http://www.biospazio.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=368