Biospazio

Le proprietà dello zafferano
Data: Giovedì, 18 agosto @ 17:49:12
Argomento Occhi


Sono utili per la vista
-

2016

Lo zafferano è una pianta pregiata, e molto usata in cucina. In pochi sanno, però, che possiede benefici grandiosi per la nostra vista. La ricercatrice italiana Silvia Bisti ha scoperto che questo ingrediente naturale può rallentare il processo degenerativo della vista, rinforzando le cellule e rendendole più resistenti.

zafferano vistaDi seguito ti suggeriamo un ottimo rimedio per godere dei benefici dello zafferano per la vista. Hai bisogno di 1 grammi di zafferano e 1 bicchiere d’acqua. Porta ad ebollizione l’acqua, poi aggiungi lo zafferano e addolcisci con un pizzico di miele. Consigliamo di bere il rimedio prima di andare a dormire.



Oltre a favorire la salute della vista, lo zafferano purifica il sangue, riduce trigliceridi e colesterolo, migliora la circolazione sanguigna e aiuta nel trattamento dell artrite.
In alcuni testi medici risalenti all’antica Persia venivano sottolineati anche i benefici dello zafferano rispetto ai disturbi respiratori e alle ulcere dello stomaco. Dal punto di vista nutrizionale, esso è composto da acqua (12%), fibre (4%), ceneri (5%), grassi (6%), carboidrati (64%) e proteine (9%). Contiene, inoltre, minerali quali calcio, fosforo, sodio, potassio, ferro, magnesio e manganese. Nello zafferano sono presenti anche la vitamina A, molte del gruppo B e la vitamina C, particolarmente importante per la protezione delle ossa.


Controindicazioni
Un deterrente potenziale nell’uso medicinale dello zafferano è rappresentato dalla sua elevata tossicità. Infatti, è stato verificato che l’assunzione di 5 grammi può produrre effetti collaterali particolarmente seri e che l’assunzione di 20 grammi può addirittura essere letale. Inoltre, fin dall’antichità, lo zafferano era considerato un rimedio naturale abortivo. La sua assunzione è, pertanto, sconsigliata per le donne in stato di gravidanza. La tossicità dello zafferano è più elevata nella varietà denominata “zafferano selvatico”. Questa tipologia, infatti, contiene elevata colchicina, una sostanza particolarmente tossica che può causare gravi emorragie spontanee.


Questo Articolo è stato scritto da Biospazio
http://www.biospazio.it/

La URL di questo articolo è:
http://www.biospazio.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=3444