Biospazio

Religione e visione della realtà
Data: Mercoledì, 23 luglio @ 00:11:16
Argomento Editoriali


I bambini che frequentano una religione hanno più difficoltà a distinguere la realtà dalla finzione


Questo comunque è il risultato di due studi, descritti in un articolo pubblicato su Cognitive Science. A bambini di 5 e 6 anni sono state poste domande sui protagonisti di tre tipi diversi di storie: storie realistiche, che includevano solo eventi normalmente possibili, storie fantastiche in cui elementi normalmente impossibili erano causati da intervento divino, e storie fantastiche senza riferimenti al divino, con riferimenti alla magia (nel primo studio) o senza (nel secondo). I bambini sono stati divisi in diversi gruppi, in base al fatto che frequentassero o meno una chiesa e che andassero in scuole religiose o no.
Mentre i bambini hanno riconosciuto come reali i protagonisti delle storie realistiche, indipendentemente dal gruppo a cui erano stati assegnati, la situazione cambia per gli altri due tipi di storia. I bambini più esposti alla religione tendevano maggiormente a riconoscere come reali sia i protagonisti delle storie fantastiche con elementi divini, sia delle altre. Quelli più "secolarizzati", al contrario, hanno riconosciuto più facilmente come fantastici i protagonisti di entrambi i tipi di storie fantastiche.

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu/t675-i-bambini-esposti-alla-religione-hanno-piu-difficolta-a-riconoscere-la-realta-dalla-finzione

Questo Articolo è stato scritto da Biospazio
http://www.biospazio.it/

La URL di questo articolo è:
http://www.biospazio.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=3219