Biospazio

Consigli per la casa
Data: Mercoledì, 18 luglio @ 00:10:44
Argomento Ecologia


Consigli ecologici per vivere meglio


Sicurezza

Le mamme e i bambini trascorrono buona parte della giornata in cucina, e per far sì che sia un luogo sicuro, bisogna osservare alcune regole. I detersivi, i medicinali e tutti gli oggetti acuminati devono essere riposti in luoghi difficilmente raggiungibili; è bene, poi, non lasciare mai pentole sul fuoco in ebollizione: fuoriuscendo l'acqua, potrebbe spegnere la fiamma e se la fiamma si spegne il gas continua ad uscire.

Salute-Benessere

Per mantenere sempre in buono stato le vostre borse di pelle bianca, passatale di tanto in tanto con un batuffolo di cotone imbevuto di latte detergente.

Se avete le mani screpolate per il freddo, tenetele a bagno per cinque minuti in acqua dove sono state bollite alcune foglie di lauro, noce, nocciolo e sedano. Massaggiate poi con crema morbida.

Un gargarismo di acqua e sale toglie le infiammazioni alla bocca.

Prima di andare a dormire, lavatevi il volto con acqua fredda, quindi massaggiate le zone più delicate, dove più facilmente si formano rughe, con un poco di succo di cetriolo.

Oltre ai denti spazzolate anche la lingua; la placca batterica può depositarsi anche lì.

Capelli secchi? Applicate dell'olio d'oliva, passate un pettine a denti larghi per divederli bene e coprite poi i capelli con carta stagnola. Lasciate agire l'olio per un minimo di trenta minuti. Sciacquate bene con acqua tiepida (lascia più lucidi i capelli rispetto all'acqua calda). Se non potete proprio fare a meno del phon, tenetelo lontano dai capelli, asciugando le ciocche dall'alto verso il basso.

Pelle secca? Provate a trattarla con l'olio d'oliva. Oltre a nutrirla, donerà alla pelle un aspetto lucido e splendente.

Gengive infiammate? Ottimi gli sciacqui con acqua e sale fino. Poi passate un batuffolo di cotone imbevuto di aceto.

Contro il mal di testa: una tazzina di caffé caldo a cui avrete aggiunto qualche goccia di succo di limone.

Il calletto sulle dita dei piedi sparisce se ogni sera prima di coricarvi lo coprite con garza imbevuta di tintura madre di calendula.

Per curare il primo mal di gola, basterà semplicemente far bollire due bastoncini di liquirizia in poca acqua, assieme a due foglie di alloro. Bevete questo infuso tiepido, dopo aver aggiunto un cucchiaio di miele.

Per tenere sempre ben pulito lo spazzolino da denti che usate in viaggio, immergetelo in un bicchiere con una di quelle pastiglie che si usano per disinfettare dentiere ed apparecchi. Una volta asciutto riponetelo nella custodia.

Il succo d'arancia è un ottimo tonico per il viso: rende la pelle liscia ed elastica e migliora il colorito.

Per avere sempre dei denti smaglianti strofinateli con un spazzolino sopra il quale avrete sparso un poco di pane grattugiato.

Unghie gialle, arrossate dal sole, meches naturali? C'è un unico rimedio: il limone. se la sera vi accorgete di avere la pelle arrossata dal sole, trattate le zone interessate con il succo di limone. la pelle tirerà un po', però il giorno dopo sarà abbronzata, senza traccia di arrossamenti. Per far tornare bianche le unghie rovinate dallo smalto colorato, tenete le punte delle dita affondate, per circa dieci minuti, in un limone tagliato a metà. per ottenere delle ciocche più chiare, bagnatele con qualche goccia di limone ed esponete la vostra chioma al sole (attenzione però, il limone disidrata il capello; non scordatevi di fare una maschera idratante dopo il vostro bagno di sole).

Un po' di succo di limone appena salato è un rimedio molto efficace per schiarire le lentiggini.

Se abbiamo avuto una giornata pesante in ufficio e ci sembra che tutto il mondo appoggi sulle nostre spalle, mangiamo pure, senza sentirci in colpa, un quadratino di cioccolato o facciamo una puntatina in pasticceria. Il cioccolato ha proprietà tonificanti e rilassanti per il sistema nervoso. Basta solo non abusarne, per non appesantire troppo la linea, e scopriremo che è questa la cura più dolce che ci sia.

Una giornata di lavoro intenso o degli eventi stressanti ci hanno lasciato un fastidioso mal di testa? Invece di ricorrere al solito cachet, potremo trovare sollievo con un rimedio decisamente più semplice e naturale. Annusando, infatti, un bicchiere colmo di aceto, nel quale precedentemente avremo fatto sciogliere un pizzico abbondante di sale grosso, riusciremo a sconfiggere l'emicrania e a ripartire in quarta.

Capelli secchi? Applicate dell'olio d'oliva, passate un pettine a denti larghi per divederli bene e coprite poi i capelli con carta stagnola. lasciate agire l'olio per un minimo di trenta minuti. sciacquate bene con acqua tiepida (lascia più lucidi i capelli rispetto all'acqua calda). se non potete proprio fare a meno del phon, tenetelo lontano dai capelli, asciugando le ciocche dall'alto verso il basso.

Anziché applicare il solito balsamo dopo uno shampoo, applicate del succo di mele renette e vedrete che manterrete più a lungo la piega e i capelli acquisteranno vigore.

Punture di zanzare? Applicate subito un po' di olio d'oliva, al quale avrete aggiunto un pizzico di sale. Lasciate agire per qualche minuto ed il prurito passerà subito. se non avete l'olio d'oliva a portata di mano, ricordatevi di non grattare mai le punture ( per quanto non sia facile); potrebbero residuare delle brutte cicatrici.

Pelle ruvida? La sabbia della spiaggia è un ottimo scrub naturale. prendete una manciata di sabbia bagnata e massaggiate delicatamente le parti da trattare. non dimenticate regioni ruvide come le piante dei piedi, le ginocchia e i gomiti.

Per eliminare dal proprio viso tracce di maquillage basta utilizzare un batuffolo di cotone imbevuto d'olio.

Capillari rotti? Optate per i mirtilli che hanno un effetto benefico sulla microcircolazione. e in spiaggia, non dimenticatevi di rinfrescare regolarmente le parti colpite con una spruzzatina d'acqua.

Pelle del viso irritata? Provate a stendere sul viso (lasciando libera la zona intorno agli occhi) uno strato sottile di miele (meglio se fluido). lasciate agire per almeno 15 minuti e sciacquate poi con acqua tiepida. la vostra pelle apparirà più uniforme e vellutata.

Occhi gonfi dopo una nottata? Sdraiatevi ed applicate sulle palpebre e sulla zona sotto l'occhio delle fettine di patata fresca. lasciate agire per circa 15 minuti e le borse si ridurranno notevolmente.

Pelle secca? Provate a trattarla con l'olio d'oliva. oltre a nutrirla, donerà alla pelle un aspetto lucido e splendente.

Le gambe sopportano il nostro peso per tutto il giorno, ma alla fine, inevitabilmente, si stancano e tendono a gonfiarsi. La soluzione più efficace? Cerchiamo di farle riposare nel modo giusto e il gonfiore lentamente scomparirà. Dormire con le gambe leggermente sollevate rispetto al corpo è una vecchia ma validissima regola, che aiuta il ritorno del sangue verso il cuore e favorisce una buona circolazione.

Cellulite? Approfittate degli effetti benefici del mare. Cercate di muovervi il più possibile in acqua, nuotando o giocando a pallone, immerse fino al bacino. L'acqua salata farà il resto.

Lava-Stira

Ricordatevi di pulire il filtro della lavatrice ogni 10/15 lavaggi

Non caricate la lavatrice più della portata per cui è stata programmata. Quando lavate le lenzuola, non caricatele piegate per riempire al massimo il cestello. Anche se è spazioso, quello che conta è il peso della biancheria bagnata. Caricare la lavatrice oltre il limite, causa sforzi eccessivi ed una conseguente rottura anzitempo degli ingranaggi;

I detersivi in polvere faticano a sciogliersi nell'acqua non bollente. Oltre a non eccedere nell'uso, è consigliabile utilizzare detersivi liquidi per lavare a basse temperature.

Per eliminare anche le macchie più strane e ostinate e per avere un bucato più bianco, basterà aggiungere qualche cucchiaio di sale grosso da cucina al normale detersivo per lavatrice. Provare per credere.

Cucina

Se la marmellata rimasta nella dispensa si è cristallizzata, non vuol dire che è andata a male, infatti basta farla ricuocere versandovi il succo di due limoni per ogni chilo di marmellata.

Se volete un buon lesso non dovete far altro che mettere nella pentola la carne quando l'acqua è bollente. Se invece volete preparare un brodo succulento mettete nella pentola la carne quando l'acqua è fredda.

Conservate le torte in scatole di latta al contrario, adagiando il dolce in questione sul coperchio e quindi appoggiandovi sopra la scatola.

Per far sbriciolare i blocchi di zucchero di canna indurito, non dovete far altro che mettere nella scatola una fetta di pane fresco chiudere con cura e farlo stare chiuso per più di 2 ore.

Le uova si cuociono meglio se non sono troppo fredde. Tenetele a temperatura ambiente fino a quando si saranno un po' scaldate e poi usatele.

Per essere sicure che la maionese non "impazzisca", prima di frullare aggiungete agli ingredienti un pizzico di pane grattugiato.

Per separare la chiara dal rosso delle uova, usate un imbuto con la punta immersa in un bicchiere. Rompetevi dentro le uova: la chiara colerà nel bicchiere e i rossi rimarranno nell'imbuto.

Se non volete che si formano i grumi durante la cottura della polenta, dovete portare l'acqua in ebollizione, spegnere il fuoco e solo allora versare la farina a pioggia, mescolare e riaccendere la fiamma sotto al paiolo per continuare la cottura come sempre.

Per non far perdere all'insalata i suoi preziosi elementi meglio non lasciarla troppo a lungo a bagno nell'acqua. Se poi volete conservarla in frigorifero, già lavata e asciugata, mettetela in un panno umido o in un contenitore a chiusura ermetica.

Per far si che l'olio abbia una resa maggiore quando condite l'insalata, provate a versarlo prima di ogni altro ingrediente. Aggiungete il sale e l'aceto, girate bene. Ottimo in caso di diete!

Per evitare che i formaggi non diventano secchi, non dovete far altro che avvolgerli in un strofinaccio imbevuto di aceto.

Per far cuocere rapidamente le patate, basterà infilare un chiodo nelle patate intere al forno, togliendolo a fine cottura.

Per utilizzare il puré che è rimasto, mettetelo in un contenitore, versatevi sopra un sottile velo di latte, chiudetelo con molta cura e conservatelo in frigorifero. Così il giorno dopo potete utilizzarlo sbizzarrendo tutta la vostra fantasia. Potrete realizzare delle crocchette semplici, con l'aggiunta di un uovo e parmigiano, o arricchite con dello speak. O anche imbottirlo di prosciutto e formaggio e passarlo al forno.

Se cercate il modo per eliminare il profumo delle spezie dal macinacaffé in cui avete tritato, lo avete trovato. Basterà infatti macinare una cucchiaiata di zucchero per poter riportare l'elettrodomestico in questione al suo utilizzo di sempre.

Per poter surgelare anche i pomodori, sistemateli crudi, interi o a pezzi, in appositi sacchetti di plastica. Riponeteli nel freezer per circa 8 mesi.

Per sbucciare più facilmente le castagne, non dovete far altro che lasciarle per circa mezz'ora in uno scolapasta d'acciaio, su una pentola piena d'acqua in ebollizione.

Fra i consigli utili ad assorbire il cattivo odore del cavolfiore lesso ce ne sono due in particolare: aggiungete un paio di noci lavate, all'acqua di cottura, oppure versate un cucchiaio di latte nell'acqua in cui cuoce il cavolo che, in quest'ultimo caso, ne guadagnerà in sapore.

Per rendere più saporite le carote bollite, aggiungete all'acqua di cottura un po' di succo di mela.

Per prepare un dessert goloso di stagione, lavate con cura i cachi, adagiateli già aperti nelle singole coppette e versate su ognuno qualche goccia di liquore dolce. Porto e Marsala andranno benissimo.

Bollite le patate con la buccia: la vitamina C è tutta sotto la buccia.

Per evitare che la pasta si incolli durante la cottura e darle profumo, basta aggiungere dell'acqua dell'olio aromatizzato con basilico, aneto o rosmarino.

Per eliminare i residui di pasta dal mattarello, dovete cospergerlo di sale e strofinare con le mani. Dopo di che lavatelo, sciacquatelo e asciugatelo.

Per eliminare l'odore di bruciato nell'aria bollite alcuni spicchi di limone in un po' d'acqua.

Quando si deve pulire una grossa quantità di verdure, è opportuno di stendere sul tavolo un giornale aperto, che raccolga tutti i rifiuti da gettare poi via, liberando in una sola volta la vostra tavola.

Per eliminare il sapore selvatico del fagiano, basta aggiungere nel ripieno o nel condimento tre magici profumi: alloro, ginepro e limone.

Per far sparire l'odore del melone dal frigorifero, mettetegli dentro per una notte, una patata sbucciata tagliata a metà.

Se non volete che l'odore del fritto si diffonda in ogni stanza, buttate nell'olio caldo una fetta di mela prima di iniziare a cucinare e toglietela non appena comincerà a dorarsi

Il pesce prima di essere squamato, è utile inumidirlo con dell'aceto. Vedrete che verrà squamato meglio.

Pulizia

Il limone - funziona anche contro l'odore della naftalina: bisogna preparare un composto di alcol e succo di limone e passarlo con uno straccetto sulle pareti di armadi e cassetti; poi si asciuga con un altro straccetto, e dopo circa mezz'ora si possono risistemare i vestiti

Per eliminare i cattivi odori rimasti nel forno, dopo averlo pulito, cocetevi alcune bucce d'arancia a 180°

Per mantenere sempre in buono stato le vostre borse di pelle bianca, passatale di tanto in tanto con un batuffolo di cotone imbevuto di latte detergente.

Per far diminuire l'odore della pittura, aggiungete dell'estratto di vaniglia, due cucchiaini per ogni litro di vernice.

Per far sbriciolare i blocchi di zucchero di canna indurito, non dovete far altro che mettere nella scatola una fetta di pane fresco chiudere con cura e farlo stare chiuso per più di 2 ore.

Per pulire rapidamente cristalleria o argenteria, preparate una soluzione di bicarbonato (1 cucchiaino pieno in 1 decilitro d'acqua) e usatela con uno spazzolino morbido. È efficace anche per pulire le pareti interne del thermos e le caraffe di porcellana o di vetro.

Le scarpe di vernice non vanno mai spazzolate: si spolverano invece con un panno morbido e si puliscono con una spugna imbevuta di latte, asciugandole quindi con una pezzuola pulita.

Gli specchi molto sporchi vanno lavati con acqua tiepida in cui sia stato sciolto del bicarbonato di sodio nelle proporzioni di dieci grammi per ogni litro di acqua.

Se cercate il modo per eliminare il profumo delle spezie dal macinacaffé in cui avete tritato, lo avete trovato. Basterà infatti macinare una cucchiaiata di zucchero per poter riportare l'elettrodomestico in questione al suo utilizzo di sempre.

Per mantenere le maglie di lana bianca sempre candide, non dovete far altro che immergerle in una bacinella d'acqua fredda alla quale avrete aggiunto il succo di due limoni.

Per tenere lontano le pulci dalla cuccia del vostro cane, sistemate sotto alla brada di Fido una manciata di aghi di pino freschi.

Per rendere più saporite le carote bollite, aggiungete all'acqua di cottura un po' di succo di mela.

Per eliminare le macchie di muffa immergete il punto del tessuto in questione in un recipiente con del latte bollente e risciacquate con acqua fredda.

Per tenere sempre ben pulito lo spazzolino da denti che usate in viaggio, immergetelo in un bicchiere con una di quelle pastiglie che si usano per disinfettare dentiere ed apparecchi. Una volta asciutto riponetelo nella custodia.

Avete macchiato la vostra tovaglia migliore con del cioccolato? Niente paura, lavatela subito con acqua calda molto salata e le macchie spariranno rapidamente.

Se nella casa di campagna le vostre stoviglie sono macchiate di giallo, che non viene via nonostante i tentativi, lasciatele a bagno per cinque minuti in acqua calda e varechina (due cucchiai per litro). Quindi, sciacquatele molto bene con acqua e aceto. Saranno come nuove.

I pavimenti di linoleum possono anche essere lavati con un soluzione composta da acqua saponata a cui è stata aggiunto dell'aceto (mezza tazza per ogni mezzo litro di acqua calda). Questa soluzione così composta non solo pulisce affondo, ma rende il pavimento particolarmente lucido e brillante il linoleum.

Se volete ridare vitalità ad un vostro vecchio paio di Jeans, non dovete far altro che lavarli insieme a un paio di Jeans nuovi.

Per pulire perfettamente le scarpe in pelle è utile usare l'interno delle bucce di banana. La stessa pulitura perfetta si ottiene utilizzando uno straccio pulito imbevuto con del latte tiepido.

Per eliminare l'odore di bruciato nell'aria bollite alcuni spicchi di limone in un po' d'acqua.

Per eliminare il sapore selvatico del fagiano, basta aggiungere nel ripieno o nel condimento tre magici profumi: alloro, ginepro e limone.

Per far sparire l'odore del melone dal frigorifero, mettetegli dentro per una notte, una patata sbucciata tagliata a metà.

Come eliminare le macchie di frutta da tessuti di cotone bianco?

Usate acqua e sapone, strofinate sulle macchie una pezza inumidita di candeggina e acqua calda e sciacquate immediatamente. Infine lavate tutto in lavatrice.

Come eliminare le macchie di frutta da tessuti di lana o di altro tipo? Usate acqua e sapone, strofinate sulle macchie una pezza inumidita di acqua ossigenata e sciacquate immediatamente. Infine lavate tutto in lavatrice.

Come lavare e stirare cachemire e lana? Lavare in acqua tiepida con l'aggiunta di sapone, possibilmente in scaglie. Sciacquare piu' volte senza mai torcere. Far asciugare su un piano, tenendo il capo lontano da qualsiasi fonte di calore. Stirare con ferro appena tiepido

Avete ingiallito un indumento usando il ferro troppo caldo? Provate a passare, sulla parte ingiallita, un batuffolo di cotone imbevuto di acqua ossigenata a 12 volumi e stirare di nuovo sulla macchia proteggendo il tessuto con un panno bianco.

La gonna piu' bella e' diventata lucida? Stiratela di nuovo con ferro a vapore, aggiungendo all'acqua un cucchiaino di ammoniaca, se il tessuto e' chiaro, di aceto se e' scuro.

Sapete come eliminare le macchie di sudore dai vestiti? Spruzzate dell'aceto bianco sulle macchie e poi lavate i capi in lavatrice.

Come eliminare le macchie di vino dalle tovaglie di tessuto naturale (cotone, lino, ecc.)? Versate sulle macchie della candeggina e sciacquate immediatamente. Infine lavate le tovaglie in lavatrice.

Sapete come togliere le macchie di erba dai tessuti? Strofinate con l'alcool la macchia finche' la macchia non e' scomparsa.

Sapete come togliere le macchie di catrame o resine dai tessuti? Strofinate con un cencio bagnato di acqua ragia, poi di benzina ed infine risciacquare.

Sapete come togliere le macchie di ruggine dai tessuti? Sulla macchia mettete sale e limone ed esponete il tessuto al sole per alcune ore. Spazzolare il tessuto quando vedete che la macchia e' scomparsa. Attenzione: questo consiglio vale solo per tessuti che non scoloriscano!!!!

Sapete come tenere in ordine un vestito nero? Bagnate una spazzola con acqua e aceto e spazzolate il vestito.

Sapete come pulire lenzuola o tovaglie ingiallite dal tempo? Lavate bene le lenzuola o le tovaglie con acqua e sapone di Marsiglia. Tenetele a bagno anche 24 ore, asciugatele al sole e ripetete queste operazioni piu' volte finche' i tessuti non torneranno bianchi.

Sapete come pulire i tessuti da macchie di matita? Strofinate la macchia con la gomma da cancellare ed infine spazzolatelo con acqua e ammoniaca.

Sapete come togliere le macchie di muffa dai tessuti? Immergete il tessuto nel latte bollente e lasciatelo in ammollo finche' il latte si sara' raffreddato. Sciacquatelo e asciugatelo al sole.

Se la cera delle candele di Natale ha macchiato la tovaglia, posate della carta assorbente sulla macchia e dal rovescio passate il ferro caldo, quindi mettetela a lavare come sempre!

La tovaglia è macchiata di ruggine? Provate ad eliminarla strofinando una soluzione composta da succo di limone e un pizzico di sale fino e sciacquando subito con acqua fredda. Per le macchie di muffa invece procedete così: lasciate i capi di cotone a bagno una notte in acqua tiepida e perborato, lavate con detersivo e nel penultimo risciacquo aggiungete succo di limone.

Per pulire i vetri evitando che rimangano gli aloni, evitate di pulirli col sole diretto, poiché la superficie si asciuga troppo in fretta. Per capire se gli aloni siano dentro o fuori, potete usare un piccolo trucco: asciugare l'interno con movimento orizzontale e l'esterno in verticale (o viceversa), così perderete meno tempo e li eliminerete più facilmente.

Il limone - può essere usato, ad esempio, per la pattumiera dopo aver cambiato il sacchetto mettere un limone tagliato a pezzetti... toglierà gli odori

Per eliminare le macchie di sudore dai vestiti spruzzate dell'aceto bianco sulle macchie e poi lavate i capi in lavatrice

Fai da te

Per mantenere sempre in buono stato le vostre borse di pelle bianca, passatale di tanto in tanto con un batuffolo di cotone imbevuto di latte detergente.

Per far sentire a suo agio un gattino appena adottato non dovete far altro che mettere nel cestino della nanna un animaletto di panno. Vedrete che oltre a fare le fusa si addormentera' beato come se avesse vicino la sua mamma.

Per far diminuire l'odore della pittura, aggiungete dell'estratto di vaniglia, due cucchiaini per ogni litro di vernice.

Se il coperchio di un barattolo non si apre fateci scorrere sopra il getto dell'acqua calda: con il calore il metallo si dilaterà e il coperchio si sviterà senza opporre resistenza.

Per far aumentare la resistenza delle bolle di sapone, basterà aggiungere alla solita miscela di acqua e sapone un cucchiaio di zucchero e qualche goccia di glicerina.

Quando decidete di riporre la bicicletta, non dimenticate di svuotare la borraccia per l'acqua agganciata al telaio. Risciacquatela, con dell'acqua e bicarbonato e riponetela al suo posto, a testa in giù. Lasciatela aperta altrimenti prenderà un cattivo odore.

Per tenere lontano le pulci dalla cuccia del vostro cane, sistemate sotto alla brada di Fido una manciata di aghi di pino freschi.

Non date cattive abitudini al gattino che avete appena adottato ma abituatelo a mangiare un po' di tutto: pesce, carne, riso e pasta, sempre mescolato a verdure e, una volta al mese, un uovo sodo.

Se nella casa di campagna le vostre stoviglie sono macchiate di giallo, che non viene via nonostante i tentativi, lasciatele a bagno per cinque minuti in acqua calda e varechina (due cucchiai per litro). Quindi, sciacquatele molto bene con acqua e aceto. Saranno come nuove.

Se avete un pesce rosso ricordatevi che non sa regolare la sua alimentazione e mangia fino a scoppiare: per questo bisogna nutrirlo poco, ma regolarmente.

Se il parabrezza della vostra auto è gelato e non avete un antigelo, passatelo con mezza cipolla.

Se avete comprato o vi hanno regalato una pianta di appartamento, un volta messa in un punto qualsiasi della casa, e constatato che l'ambiente è quello ideale, è opportuno non spostarla più per non farle risentire del cambiamento dell'ambiente. I tre fattori essenziali per la sopravvivenza sono i seguenti: luce, temperatura e umidità.

Le cerniere prima di cucirle è opportuno che le fissiate con del nastro adesivo, in questo modo sarete facilitati quando le dovrete applicare.

I fiori recisi per conservare a lungo la loro freschezza, hanno bisogno di acqua nel loro vaso con l'aggiunta di sale da cucina.

I pavimenti di linoleum possono anche essere lavati con un soluzione composta da acqua saponata a cui è stata aggiunto dell'aceto (mezza tazza per ogni mezzo litro di acqua calda). Questa soluzione così composta non solo pulisce affondo, ma rende il pavimento particolarmente lucido e brillante il linoleum.

Se volete ridare vitalità ad un vostro vecchio paio di Jeans, non dovete far altro che lavarli insieme a un paio di Jeans nuovi.

Per pulire perfettamente le scarpe in pelle è utile usare l'interno delle bucce di banana. La stessa pulitura perfetta si ottiene utilizzando uno straccio pulito imbevuto con del latte tiepido.

Se mentre dormite sentite il rubinetto che perde o sgocciola e vi fa svegliare, è opportuno avvolgere intorno alla bocca del rubinetto uno straccio.

Foderate il fondo della scatola dei biscotti con della carta velina bianca accartocciata.

Avete rotto accidentalmente un bicchiere di cristallo? Per raccogliere senza farvi male i pezzetti, è opportuno che usiate un grosso batuffolo di cotone inumidito.

Per non rischiare che i libri ingialliscano chiusi in un baule, mettete tra le pagine qualche foglia di lauro.

Il bronzo lucido si passa con dell'olio d'oliva, successivamente con uno straccio inumidito con dell'acqua e ammoniaca.

Per misurare quanta carta ci vuole per fare un pacco, non dovete far altro che passare dello spago intorno al pacco, tagliando la lunghezza desiderata e usatelo per misurare la carta.

Per tenere lontano le tarme dai cassetti degli armadi e profumarli, è sufficiente mettere all'interno un sacchettino con alcuni chiodi di garofano.

I recipienti di carta metallizzata che utilizzano i salumieri come contenitori, possono essere riutilizzati per conservare in frigorifero avanzi di cibo. Copriteli con un foglio di pellicola aderente e, se consumate i cibi così come sono stati conservati, passateli in forno (dopo aver tolto la carta trasparente).

Quando i guanti da lavoro in plastica si rompono sulle punte, il rimedio per rinforzarle e quello di applicare un pezzo di cerotto o di nastro adesivo.

Se per pulire la casa, avete intenzione di usare dell'ammoniaca, ricordatevi che la soluzione ideale è di 10 ml per ogni litro d'acqua tiepida.

http://www.danielegervasoni.it/html/Casa.htm

Questo Articolo è stato scritto da Biospazio
http://www.biospazio.it/

La URL di questo articolo è:
http://www.biospazio.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=1723