Biospazio

Telefonini e orecchio
Date: Giovedý, dicembre 16 @ 00:10:51
Topic Elettrosmog


L'uso prolungato del cellulare raddoppia, in dieci anni, il rischio di tumore all'orecchio.


Il rischio Ŕ quattro volte maggiore per l'orecchio a cui abitualmente si Ŕ soliti portare il telefono. Questo il risultato di uno studio condotto dal Karolinska Institute di Stoccolma, il primo a confermare i sospetti per gli effetti dannosi delle radiazioni elettromagnetiche del telefono portatile. La ricerca svedese ha preso in esame 752 pazienti, di cui 148 affetti da neuroma acustico, una forma benigna di tumore che colpisce il nervo che collega il padiglione dell'orecchio al cervello. Normalmente l'incidenza del neuroma all'orecchio Ŕ di un caso ogni 100.000 persone. Tra i pazienti della ricerca colpiti da neuroma, 14 avevano usato il cellulare regolarmente per oltre una decade. Nei restanti 604 pazienti in salute, gli utilizzatori regolari di telefonino erano 29 persone. Con le dovute proporzioni, questo si traduce in un tasso di neuroma due volte superiore in chi fa un uso considerevole del cellulare. Secondo i ricercatori le onde elettromagnetiche non sarebbero pericolose prima di 10 anni di esposizione, ma l'uso del kit auricolare andrebbe, in ogni caso, preferito al contatto ravvicinato del telefonino con l'orecchio. Lo studio del Karolinska Institute rientra in un vasto programma di ricerca internazionale, chiamato Interphone e coordinato dall'International Agency for Research on Cancer (Iarc) dell'Oms. Il progetto Ŕ partito nel 1998 con l'obiettivo di far luce sugli effetti del cellulare sulla salute umana ma, prima d'ora, nessuna ricerca aveva riscontrato legami tra l'uso del telefonino e la frequenza di tumori. (da.c.)
(venerdý 15 ottobre, Galileo.it)

This article comes from Biospazio
http://www.biospazio.it/

The URL for this story is:
http://www.biospazio.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=1127