Biospazio

Vitamina C e mortalitÓ
Date: Lunedý, ottobre 25 @ 00:08:11
Topic Alimentazione


Le carenze di questa e altre vitamine sono molto pi¨ diffuse del previsto

In uno studio alcuni ricercatori britannici hanno riportato che basse concentrazioni di vitamina C nel sangue sono fortemente predittive della mortalitÓ negli anziani.


Uno studio precedente pubblicato su Lancet, eseguito su un campione di 19.496 individui di etÓ compresa fra 45 e 79 anni, aveva evidenziato che alti livelli di vitamina C proteggono contro la mortalitÓ da varie cause.


L'attuale studio condotto in Inghilterra e pubblicato sul numero di novembre 2003 dell' "American Journal of Clinical Nutrition", ha preso in esame 1.214 individui (uomini e donne) ai quali sono stati analizzati i valori nel sangue di vitamina A, C, E e beta-carotene. I partecipanti hanno riempito questionari sulle loro abitudini alimentari e la frequenza di alcuni cibi. I soggetti sono stati seguiti per circa 4 anni e mezzo durante i quali sono state accertate le cause di ogni decesso.


Mentre l'alimentazione a base di antiossidanti non possa essere associata con la mortalitÓ, si Ŕ riscontrata una forte tendenza inversamente proporzionale ai livelli di vitamina C nel sangue e tutte le cause di mortalitÓ, comprese quelle dovute a malattie cardiovascolari.
I partecipanti i cui livelli di vitamina C erano pi¨ bassi degli altri hanno avuto il pi¨ alto rischio di mortalitÓ rispetto a quelli con valori pi¨ alti.


L'autore dello studio ha concluso che la concentrazione di vitamina C osservata negli anziani assieme con l'aumento dello stress ossidativo ha portato alla preoccupazione che le concentrazioni nella popolazione anziana sono troppo basse, da cui la raccomandazione di aumentare la disponibilitÓ alimentare di vitamina C.


This article comes from Biospazio
http://www.biospazio.it/

The URL for this story is:
http://www.biospazio.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=1087