Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Mangiare meno protegge dall'ictus

Versione stampabile Segnala ad un amico

Tagliare le calorie e una dieta equilibrata proteggono da ipertensione arteriosa e placche aterosclerotiche nelle arterie, causa di malattie cardiovascolari e di ictus.
Lo conferma uno studio condotto alla Washington University di St. Louis e pubblicato nella versione online del Proceedings of the National Academy of Sciences. La ricerca ha coinvolto 18 persone che hanno seguito un regime di restrizione calorica per un periodo medio di sei anni.
Le loro analisi sono state confrontate con quelle di altre 18 persone, reclutate secondo gli stessi canoni di età, salute ed estrazione sociale che, nello stesso intervallo di tempo ,hanno seguito una dieta di stile americano. I risultati: tutti i maggiori indici di rischio cardiovascolare sono sistematicamente e notevolmente più bassi nel primo gruppo.
I volontari a restrizione calorica hanno un'età compresa fra i 32 e gli 85 anni, ma godono di una salute che in termini valori clinici ha poco da invidiare a un giovane di 20 anni.

Alcuni dei soggetti avevano a disposizione esami di laboratorio svolti prima di iniziare la dieta, che testimoniano un netto miglioramento progressivo nel corso della restrizione calorica. "Lo studio smentisce quella che appare come un'ineluttabile legge di natura, che ci sia una proporzionalità diretta tra l'avanzamento dell'età e la maggiore probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari", spiega Luigi Fontana, primo autore dello studio e attualmente ricercatore presso il dipartimento di sanità alimentare dell'Istituto superiore di sanità (Iss). "Certo non è possibile prevedere di quanto siano migliorate le aspettative di vita dei 18 volontari, ma è certo che hanno ridotto in modo drastico il rischio di occlusione arteriosa, diabete o ipertensione. Tutte condizioni che spesso precedono l'insorgere dell'infarto al miocardio o di ictus celebrale".

In Italia le patologie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte. E più cresce il numero degli obesi e delle persone in sovrappeso, più aumentano i casi. In questi soggetti, in particolare, il grasso corporeo in eccesso porta l'organismo a liberare in modo cronico sostanze che indicano un'infiammazione sistemica, come la proteina C-reattiva. Un campanello d'allarme che sembrerebbe giocare un ruolo chiave nello sviluppo della malattia aterosclerotica. Anche questa sostanza è stata trovata in concentrazioni significativamente più basse nel gruppo a dieta ipocalorica rispetto a quello di controllo.

"Senza arrivare agli eccessi, può essere fondamentale ridurre l'apporto calorico giornaliero e contemporaneamente migliorare la qualità dei cibi che si mangiano, preferendo, a portate raffinate, frutta, verdura, legumi e piatti integrali ricchi di vitamine e antiossidanti", ha commentato il ricercatore. Lo studio di Fontana è il primo che mostra gli effetti a lungo termine della restrizione calorica sugli uomini e, in particolare, a essere svolto su soggetti né obesi né sovrappeso. Centinaia di studi condotti su animali da laboratorio hanno dimostrato che la restrizione calorica assicura al massimo un prolungamento della vita del 30 per cento. Tuttavia si credeva che certi benefici fossero riscontrabili solo in individui giovani. Il lavoro di Fontana prova che questo vale anche negli uomini in età più avanzata. (Galileo Magazine)

(NDR) Vedrete che un pò alla volta scompariranno dalle nostre tavole i cereali raffinati, l'alcool e i dolci. Ci guadagneremo in salute, e anche nell'umore, che risente di tutti gli squilibri endocrini di una errata alimentazione..


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online