Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Veterinaria Evoluzione spirituale degli animali

Versione stampabile Segnala ad un amico

Anche gli animali sono dei concentrati di energia consapevole
Perché un giorno qualunque un gatto di strada decide di “ adottare “ un umano ?
E’ corretto parlare di una evoluzione spirituale nel regno animale ?

Per approfondire questo concetto possiamo fare il seguente esempio:
immaginiamo una comunità, un paesino con tutti i suoi personaggi .
Esiste il gruppo di donne pie con il loro venerato prete, ci sono gli avventori del bar con l’ubriacone. Ci sono i solitari, che raramente si vedono in paese, la gioventù ribelle ed il pazzo....
Tante modalità per relazionarsi ad un’unica cosa: la Vita.

Se con la lente di ingrandimento focalizziamo la nostra attenzione sul gruppo della gioventù ribelle riusciamo a scoprire ancora meglio le sfumature dei singoli personaggi.
Il processo evolutivo - spirituale, a cui tutti siamo chiamati a partecipare in maniera consapevole, crea continuamente situazioni alle quali i singoli soggetti reagiscono con modalità diverse; queste modalità, che l’omeopatia definisce miasmi, si possono essenzialmente riassumere in tre categorie: psora, sifilide, sicosi.
Possiamo definirle come una attitudine a reagire ad uno stimolo esterno: c’è chi si chiude ( sifilide ), chi si apre ( sicosi ) e chi rimane imperturbabile ( psora ).

Esiste sicuramente la possibilità che, all’interno di questo gruppo di ragazzi qualcuno, durante il corso della sua vita, integri le varie esperienze in maniera costruttiva, cioè per accrescere se stesso sul piano emozionale, morale e spirituale.
Esiste la possibilità che capisca più profondamente il suo ruolo su questo pianeta ed in generale il senso della vita e che faccia scelte più consapevoli e quindi più libere.
Nonostante un’infanzia un po’ travagliata, con qualche sopruso e qualche tradimento, nel tempo questo ragazzo riesce a sviluppare dei sentimenti profondi come la compassione, il perdono, la disponibilità, la gioia, l’abbandono e la fiducia in se stesso e nel prossimo.
Anche se qualche volta non riesce a capire tutti i messaggi inviatigli dall’Universo, conduce comunque un esistenza ricca di emozioni positive.

Immaginiamo ora un gruppo di gatti, una colonia, con tutti i suoi personaggi animali.
Ci sono i soggetti paurosi che si isolano e che difficilmente si fanno avvicinare dall’uomo ( sifilide ); gatti ribelli, aggressivi e mordaci, difficilmente manipolabili ( sicosi ). Poi ci sono quelli buoni e quelli buonissimi che spontaneamente vanno incontro all’uomo e strusciandosi sulle gambe fanno intensamente le fusa.( psora )
Irma, chiamata così proprio per la sua dolcezza, è stata ricoverata in ambulatorio per 7 giorni : sterilizzazione più degenza postoperatoria.
Durante questo periodo ho avuto modo di conoscerla meglio e di apprezzare le sue qualità: la gioia che manifestava nel vedermi la scuoteva da capo a piedi; il fremito che correva lungo la colonna vertebrale culminava alla punta della coda che vibrava come mossa da un impercettibile brezza. L’abbandono totale e la disponibilità alle coccole la facevano entrare in un profondo stato di grazia, perdonandomi totalmente la violenza subita e comunicando con gli occhi una profonda compassione . La fiducia in se stessa e nel prossimo ha fatto si che, durante il periodo di degenza, non fosse rinchiusa in una gabbia ( come avviene di solito ) ma che potesse scegliere il posto che più preferiva all’interno dell’ambulatorio..
Gli stessi sentimenti del ragazzo.
La stessa capacità di comunicarli.
La stessa crescita personale accomunata da un infanzia con qualche sopruso e qualche tradimento.
Così ho pensato che anche per gli animali si possa parlare di evoluzione personale. Sia ben inteso: non mi riferisco a tutti gli animali ma solo a quelli che hanno scelto di condividere la loro esistenza con l’uomo. - cani gatti e cavalli; aggiungerei anche il delfino perché in tantissime occasioni si è dimostrato capace di relazionarsi spontaneamente con l’uomo in maniera sorprendente.

Una tipo di evoluzione che inizia con la scelta di condividere una parte della propria vita con l’uomo e non esclusivamente per identificarlo come una fonte inesauribile di cibo, ma proprio per condividerne gli impulsi emotivi ed i sentimenti.
Dico hanno scelto perché , benché l’uomo tenti sempre di manipolare e sottomettere la natura a suo piacimento, sono solo poche le specie che realmente riescono a creare dei vincoli insolubili con l’uomo.
All’interno della nostra colonia di gatti randagi soltanto alcuni soggetti manifestano questa predisposizione, e saranno loro i nostri futuri terapeuti, quegli animali che più di tutti ci aiuteranno nel nostro cammino individuale.


Stefano Cattinelli, con l’insostituibile collaborazione di Roberta Benini, ringrazia Irma, Maurizio, Costanza e tutti i musetti pelosi che hanno partecipato.


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Veterinaria
· Ultime news


Articolo più letto su Veterinaria:
Chi testa sugli animali?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online