Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Alito cattivo: alcune cause.

Versione stampabile Segnala ad un amico

Lavarsi i denti non basta...  

Uno
studio giapponese ha dimostrato come il 29% della popolazione risenta
del problema dell’alito cattivo.

Quest’ultimo
dipende dalla presenza in bocca di varie colonie di batteri anaerobi
(ossia che vivono in assenza di ossigeno) che 
decompongono gli amminoacidi delle proteine con lo zolfo e
liberano, come materiale di scarto, composti solforosi dall’odore
sgradevole (acido solforico, metil mercaptano, scatolo, cadaverina e
purtrescina, acido isovalerico).

In
generale tra le cause dell’alito cattivo indichiamo: residui di cibo
rimasti in bocca magari contenenti proteine, gengive infiammate, denti
coperti di tartaro, ascessi.
Il
problema aumenta quando si riduce la salivazione (anche in situazione di
tensione emotiva), la saliva avrebbe infatti la funzione specifica di
dilavare i batteri e i loro scarti.

In
un prossimo articolo di approfondimento elencheremo alcuni rimedi per
far fronte a tale problema.

(Focus,
giugno 2002)

 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online