Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione Le pellicole per conservare i cibi

Versione stampabile Segnala ad un amico

Ogni manipolazione di ciò che ha creato la natura comporta conseguenze imprevedibili...

Alcune
pellicole per alimenti possono essere molto nocive per la nostra salute.
Esse spesso contengono ftalati,
additivi che le rendono elastiche e dunque più commerciabili.



Secondo
alcuni studi essi possono
causare alterazioni ormonali, riduzione della fertilità maschile,
malformazioni a livello fetale e bioaccumulo ai danni di fegato e reni. 


Come
e quando avviene il rilascio nei cibi che mangiamo di queste sostanze
tossiche per il nostro organismo?


Il
rilascio degli ftalati si verifica solo quando le pellicole entrano a
contatto con sostanze grasse, animali o vegetali, e alcoliche. 


Come
evitare ogni rischio?


Innanzitutto
cerchiamo di acquistare solo pellicole da cucina su cui compaia la
scritta “senza pvc” in commercio oramai nella maggior parte dei
supermercati.


In
secondo luogo teniamo conto che la plastica, nel caso della
conservazione di ortaggi e di formaggi, può essere efficacemente
sostituita da un canovaccio leggermente inumidito: questo metodo
permette evitare la disidratazione degli alimenti e allo stesso tempo
ogni rischio di contaminazione.


(Aam
Terra Nuova)

 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online