Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Poco sonno riduce l'ormone sessuale

Versione stampabile Segnala ad un amico

Dormire poco o meno di 5 ore a notte già solo per una settimana può ridurre significativamente i livelli di testosterone, l’ormone sessuale maschile

Giugno 2011

L’uomo “duro” a quanto pare non è quello che dorme poco, ma semmai il contrario. Sì, perché a dormire poco si perde, per così dire, in virilità. Questo perché si abbassano significativamente i livelli di testosterone, l’ormone sessuale maschile. Ecco quanto suggerito da un nuovo studio americano che vedrà a breve i risultati pubblicati sul Journal of American Medical Association.
Secondo gli scienziati dell'Università di Chicago, coordinati dalla dottoressa Eve Van Cauter, basta dormire meno di 5 ore a notte per una settimana e il gioco è fatto: rispetto a coloro che invece dormono le canoniche 8 ore, i livelli di testosterone calano inesorabilmente. I ricercatori sottolineano che bassi livelli di testosterone, virilità a parte, possono causare tutta una serie di conseguenze per la salute. Quindi, oltre a disturbi all’apparato riproduttivo, sessuali con, per esempio, scarsa libido, si può avere anche scarsa o difficoltà di concentrazione, stanchezza. In più, nei giovani, vi possono essere problemi nella costruzione della massa muscolare e ossea; in particolare nella densità.
Lo studio, condotto per ora su piccoli numeri, ha coinvolti dieci volontari maschi normopeso e in salute, con un’età media di 24 anni. I soggetti sono stati sottoposti a rigorosi test per lo screening di possibili disturbi endocrini, psichiatrici e problemi di sonno. I volontari hanno passato 3 notti in laboratorio, dormendo per un massimo di 10 ore. Altre otto notti hanno potuto dormire meno di 5 ore. Durante l’ultimo giorno dei rispettivi test – sonno per max. dieci ore e sonno per meno di 5 – è stato prelevato il sangue e campionato ogni 15-30 minuti durante un periodo di 24 ore.
Coloro che avevano dormito meno e che registravano di conseguenza bassi livelli di testosterone, accusavano fin dalle prime notti una diminuzione del senso di benessere generale. A mano a mano che passavano i giorni – con poco sonno – anche lo stato d’animo peggiorava, così come il vigore e le energie, fanno notare i ricercatori. In sostanza, l’immagine dell’uomo che resiste a tutto, anche alla mancanza di sonno ne esce sconfitta perché, alla fine, è proprio l’uomo a patirne le conseguenze, in tutti i sensi. Forse è meglio dormirci su.

http://multimedia.lastampa.it/multimedia/benessere/lstp/51033/


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online