Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Fisiologia Tono vocale e riproduzione

Versione stampabile Segnala ad un amico

Li collega uno studio realizzato su una comunità che vive in Tanzania.


Dal punto di vista dell'evoluzione, avere un tono di voce basso e profondo in stile Barry White, il famoso cantante statunitense, può dare i suoi vantaggi, e non solo per quanto riguarda le capacità canore.

Secondo uno studio pubblicato recentemente, realizzato all'interno di un gruppo di quelli che in inglese vengono definiti hunter-gatherers, ovvero una versione moderna degli antichi esseri umani che si dedicavano esclusivamente alla caccia e al raccolto degli alimenti che trovavano in natura, i soggetti che hanno una tonalità di voce più bassa e profonda hanno la tendenza ad avere molti più figli rispetto agli altri.

La scoperta potrebbe aiutarci a capire perchè gli uomini abbiano, nel corso dell'evoluzione, sviluppato un tono di voce tanto diverso rispetto a quello delle donne.

In passato erano già state studiate le reazioni femminili rispetto a uomini con tonalità di voce profonda, ed era emerso che questo particolare veniva considerato, nella maggior parte dei casi, molto sexy, e spesso relazionato a un'immagine di uomo dominante e in buona salute.

Alcuni studi hanno addirittura dimostrato che le donne mostrano una particolare preferenza per gli uomini con tono di voce profondo soprattutto nelle fasi più fertili del ciclo mestruale.

Facile quindi, a partire da queste ricerche, dedurre che, dal punto di vista evolutivo, gli uomini con tono di voce basso e profondo abbiano potenzialmente maggiore fortuna nel corteggiamento delle donne.


Tuttavia, l'introduzione dei moderni contraccettivi ha reso sempre più difficile per gli esperti trovare evidenze di un collegamento tra tono di voce da tenori e vantaggio riproduttivo.

Coren Apicella, della Harvard University di Cambridge, in Massachusetts (Stati Uniti) e colleghi sono riusciti a superare il problema concentrandosi sulla comunità degli Hadza, una delle ultime rimaste al mondo che ancora si basa sulle tecniche di caccia e raccolta degli alimenti che si trovano in natura, ovvero una forma di sostentamento che molto tempo fa è stata sostituita dall'agricoltura e dall'allevamento.

In questa comunità, per tradizione le donne vanno alla ricerca di piante e radici commestibili, mentre gli uomini cacciano animali e vanno alla ricerca di miele.

La comunità Hadza, che vive in Tanzania, non ha mai introdotto sistemi moderni di contraccezione, oltre ad essere monogama.

Il gruppo di ricercatori ha registrato 49 uomini Hadza mentre pronunciavano la parola hujambo (che significa "ciao" in Swahili) e la hanno analizzata attraverso un programma di analisi al computer (clicca qui per sentire la voce di uno dei volontari che sono stati registrati).

Allo stesso tempo è stata presa nota dell'età delle persone che hanno partecipato all'esperimento, e del numero di figli che hanno avuto.

Dallo studio è emerso che gli uomini con un timbro vocale di circa 115 Hz hanno in media 4,8 figli, e che quelli il cui tono si avvicina a 90 Hz hanno in media due figli in più rispetto a quelli con voce molto alta, circa 160 Hz.

"Si tratta di una grande differenza in termini riproduttivi", spiega David Puts, un antropologo della Penn State in University Park, in Pennsylvania (Stati Uniti), che da tempo si occupa di questo tema.

Secondo l'esperto, il tono di voce basso e profondo è collegato a un'alta presenza di testosterone nel corpo: è proprio a causa di questo ormone, infatti, che le corde vocali si fanno sempre più lunghe e sottili, vibrando a frequenze sempre più basse.

"Il testoterone è associato a molte caratteristiche, tra le più classiche la forte libido e maggiori capacità fisiche a livello competitivo", racconta David Puts.

Lo studioso aggiunge anche che sembra esserci una connessione tra l'alto livello dell'ormone, il testosterone, e la migliore qualità degli spermatozoi. Questo potrebbe spiegare il vantaggio evolutivo degli uomini con tono di voce basso e profondo della comunità Hadza, che riescono ad avere più figli.

Un'altra possibile spiegazione avanzata dagli esperti è che le donne preferiscano gli uomini con un tono di voce tanto caratteristico in quanto lo associano a un migliore stato sociale.

ulisse.sissa.it
26 settembre 2007In collaborazione con New Scientist


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
· Per saperne di più su Fisiologia
· Ultime news


Articolo più letto su Fisiologia:
Come curare la Candida?

 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online