Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Farmaci La resistenza agli antibiotici può venire dal cibo

Versione stampabile Segnala ad un amico

Pericolosa quindi la pratica di dare sempre antibiotici agli animali per evitare infezioni


I ricercatori hanno sottolineato come non solo il fenomeno sia possibile, ma anche altamente pericoloso

I batteri innocui o pericolosi che popolano i nostri alimenti potrebbero essere vettori di geni responsabili della resistenza agli antibiotici e, una volta nel nostro organismo, potrebbero comunicare questa caratteristica ai ceppi patogeni.

A questa conclusione sono giunti i ricercatori coordinati da Hua Wang dell’Ohio State University, che hanno illustrato il loro studio al convegno dell’American Society for Microbiology di Toronto.
È noto che in un processo noto come trasferimento orizzontale, i batteri sono in grado di scambiare geni con altre cellule che si trovino nelle vicinanze. Questo meccanismo rappresenta, secondo i microbiologi, uno dei principali metodi con cui viene acquisita la sempre più preoccupante resistenza agli antibiotici mostrata da alcuni ceppi. I ricercatori, inoltre, hanno osservato da tempo che lo scambio può avvenire tra batteri patogeni e batteri commensali (che sfruttano le sostanze nutritive del loro ospite) e batteri benefici per il nostro organismo, come quelli che entrano nella catena alimentare.

Hua nel suo intervento ha sottolineato come non solo il fenomeno sia possibile, ma anche altamente pericoloso, poiché le dimensioni e la diversità del pool di geni dei batteri commensali aumenta la probabilità di trasferimento genico, che in tali batteri avviene in molti casi con un’alta frequenza.

“Abbiamo dimostrato - ha spiegato Hua – non solo che gli organismi dotati di questo meccanismo intrinseco possono diventare una riserva importante per i geni che conferiscono la resistenza agli antibiotici, ma che questi organismi intermedi possono disseminare tali geni in eventi successivi in modo molto efficace.” (fc)
lescienze.it


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online